Mario Cipollini, provocazione su Facebook

Pubblicato il autore: francesco agostini Segui

Mario Cipollini

Mario Cipollini, la provocazione è social

Mario Cipollini si adegua ai tempi moderni e decide di usare i social network per rispondere alle critiche che gli sono piovute addosso da qualche tempo a questa parte. Nella sua pagina Facebook, dove vanta la bellezza di 85.219 fans, Mario Cipollini ha deciso di pubblicare una foto che lo ritrae in sella a una bicicletta completamente nudo, con solamente il casco in testa. Come mai questa scelta così ardita? Semplice. Il campione toscano era stato ( e lo è ancora) aspramente criticato perché “beccato” senza caschetto in sella alla sua tanto amata bicicletta, compagna di mille avventure e di tante vittorie. Mario Cipollini ha deciso di rispondere alle critiche postando questa foto provocatoria con allegate alcune parole velenose e sentitamente piccate:

“Indor training …..
Dedicato a tutti i “giuridici” che commentano le mie foto !
Ho messo il casco anche sui rulli !
Sono grato ai vostri consigli riguardo la mia tutela !”

Inutile dire quale polverone si sia scatenato sulla sua pagina Facebook, dove continuano a fioccare commenti pro e contro Mario Cipollini. Si và dai classici “un atleta come te deve dare l’esempio”, a chi afferma che “si sarebbe aspettato una risposta un po’ più sobria” passando per “Mario ha vinto tutto, può fare quello che vuole”. Insomma, chi la fa, l’aspetti. Mario Cipollini ha lanciato il guanto di sfida e i tifosi hanno risposto a suon di commenti, segno che, volente o nolente, il ciclista toscano è ancora un personaggio che fa parlare di sé anche quando tutte le telecamere non sono puntate su di lui. Il “Re Leone” è un personaggio sempre vivo nella mente dei tifosi che continuano a seguirlo su social network molto popolari come Facebook; i commenti, sia positivi che negativi, denunciano un attaccamento (o perlomeno un interesse) che non accenna minimamente a scemare. Davvero sorprendente!

Leggi anche:  Fabio Aru, anche la Bardiani apre le porte al corridore

Un mondo sempre più social

Quello che negli anni novanta sembrava inavvicinabile o irraggiungibile, adesso non lo è più. Gli atleti del passato non potevano essere contattati direttamente dalle persone: si doveva necessariamente passare attraverso il filtro dei giornalisti per sapere qualcosa in più su di loro. Adesso non è più così e l’immagine “shock” di Mario Cipollini ne è un esempio lampante. Chi si sarebbe mai immaginato fino a qualche tempo fa che sarebbe stato possibile far sapere in tempo reale il proprio pensiero all’atleta preferito? Con Facebook (come con altri social network), questo è possibile. E i fan ne utilizzano tutte le funzionalità a pieno, come è giusto. Sempre rimanendo nell’ambito del ciclista toscano, qualche tempo prima della foto incriminata aveva postato un’altra immagine che lo ritraeva nell’atto di leggere un libro. Sopra la foto, la scritta:
“Si studia..”
Anche qui gli utenti di Facebook non hanno perso tempo; c’è spazio per i canonici “Grande Mario!” e “Super Mario!” a qualche commento sarcastico. Il più simpatico recita: “Potevi studiare a petto nudo, sai quanti like..”  Forse è questo il bello dei social network: hanno colmato il gap che c’era tra vip e persona comune, azzerandolo. E questo è sicuramente un gran bene.

  •   
  •  
  •  
  •