Vuelta Valenciana: successo di Wout Poels

Pubblicato il autore: Matteo Monaco Segui

2015, Tirreno - Adriatico, tappa 04 Indicatore - Castelraimondo, Team Sky 2015, Poels Wouter, Castelraimondo
Si è conclusa la Vuelta Valenciana: Wout Poels si aggiudica la corsa con 46 secondi di vantaggio su Luis Leon Sanchez e 56 sull’altro spagnolo Benat Intxausti. Fabio Aru termina la prova con un’ottima sesta posizione, a 1’26”, un secondo meglio del compagno di squadra Fabio Aru.

Quarta tappa Vuelta Valenciana: Poels dopo essersi aggiudicato la cronometro individuale che ha aperto la Vuelta Valenciana si è imposto nella tappa regina, mettendo l’ipoteca sulla vittoria finale. La tappa è stata sempre controllata molto bene dal gruppo che non ha lasciato andare via facilmente la fuga di giornata che non ha mai avuto un vantaggio consistente: massimo tre minuti e mezzo. Ai meno dieci, quando la strada iniziava a salire, tutti i fuggitivi sono stati raggiunti, mentre nelle prime posizioni del gruppo, i migliori e i favoriti per la vittoria finale si sono iniziati a far vedere. L’Astana ha provato a rendere la corsa quanto più dura possibile, sapendo di poter contare su almeno tre frecce del suo arco: Luis Leon Sanchez, Fabio Aru e Diego Rosa. Iniziata la salitia di Xorret de Catì, Paolo Tiralongo ha messo giù un ritmo durissimo con l’obiettivo di fare quanto più possibile la selezione e per preparare l’attacco dei propri capitani. Il team Sky, sicuro delle proprie forze e conscio di avere in squadra un Poels particolarmente in palla, ha provato principalmente a difendersi, cercando di rompere i cambi dell’Astana e di mantenere un ritmo blando. Quando il ritmo è calato troppo c’è stata la progressione degli Astana: ai meno 4 Fabio Aru con a ruota Diego Rosa hanno provato a far saltare il gruppo, con reazione immediata da parte del Movistar Inxausti e la lenta progressione di Poels. A conti fatti, lo strappo di Aru e Rosa non è riuscito a fare la differenza come sperato e dopo un iniziale buco, Diego Rosa e Aru sono rimasti soli con Poels. Ai meno 3 è Diego Rosa a provare l’allungo decisivo ma a farne le spese è il compagno di squadra Aru, mentre Poels è sembrato sempre pienamente lucido e in totale controllo della gara. Rosa continua a fare il ritmo e Aru rientra, mentre da dietro riescono a riprendere le ruote del gruppo di testa anche Daniel Navarro e Insausti. Poels si rende conto che il ritmo degli Astana è basso e decide di fare tutto da solo, con una progressione ai meno due chilometri e mezzo che lascia tutti sul posto. Alla fine riuscirà ad arrivare solo al traguardo con un vantaggio di 23 secondi su Benat Intxausti e Insausti. Aru arriva poco dietro, a 25 secondi, autore di un’ottima prova, così come buona è stata la performance del giovane Formolo della Cannondale, settimo a 38 secondi.

La quinta e ultima tappa della Vuelta Valenciana ha visto la vittoria di uno splendido Stijn Vandenbergh autore di un’azione da finisseur puro: il belga dell’Etixx ha anticipato tutti con un’azione ai meno due chilometri e mezzo riuscendo a contenere il ritorno del gruppo. Un’azione che non si vedeva nel circuito da un po’ di tempo e che si spera possa tornare nelle corde delle nuove generazioni di atleti.

CLASSIFICA FINALE VUELTA VALENCIANA

1) Wouter Poels (Team Sky) 14h 15’ 51”
2) Luis Leon Sanchez Gil (Astana) +46”
3) Beñat Intxausti Elorriaga (Team Sky) +56”
4) Jon Izagirre Insausti (Movistar) +1’ 01”
5) Javier Moreno Bazan (Movistar) +1’ 10”
6) Fabio Aru (Astana) +1’ 26”
7) Diego Rosa (Astana) +1’ 27”
8) José Herrada Lopez (Movistar) +1’ 31”
9) Daniel Navarro (Cofidis, Solutions Crédits) +1’ 34”
10) Leopold König (Team Sky) +1’ 50”

  •   
  •  
  •  
  •