La BMC Racing Team vince la tappa più veloce nella storia della Corsa dei Due Mari. Il corridore italiano Daniel Oss, primo della squadra a tagliare il traguardo. Guarda la tappa di domani

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

foto 1
La BMC Racing Team vince la tappa più veloce nella storia della Corsa dei Due Mari. Il corridore italiano Daniel Oss, primo della squadra a tagliare il traguardo,

LA BMC RACING TEAM VINCE LA TAPPA PIÙ VELOCE NELLA STORIA DELLA CORSA DEI DUE MARI

Alla media oraria di 56,947 km/h, stabilisce il nuovo record della corsa.

Il corridore italiano Daniel Oss, primo della squadra a tagliare il traguardo, è la Maglia Azzurra della Tirreno-Adriatico NamedSport.

La BMC Racing Team ha vinto la Cronometro a Squadre di Lido di Camaiore di 22,7 km, tappa inaugurale della Tirreno-Adriatico NamedSport 2016. Al secondo e terzo posto si sono classificate rispettivamente la Etixx – Quick Step e la FDJ.

Tagliando per primo il traguardo, il corridore italiano Daniel Oss è la prima Maglia Azzurra di leader della classifica generale della corsa.
foto 2RISULTATO FINALE
1 – BMC Racing Team – 22,7 km in 23’55”, media 56,497 km/h
2 – Etixx – Quick Step a 2″
3 – FDJ a 9″

Leggi anche:  Fabio Aru, anche la Bardiani apre le porte al corridore

MAGLIE
Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da NamedSport – Daniel Oss (BMC Racing Team)
Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Bora – non assegnata
Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da CSM – non assegnata
Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Selle Italia – Yves Lampaert (Etixx – Quick Step)

CLASSIFICA GENERALE
1 – Daniel Oss (BMC Racing Team)
2 – Tejay van Garderen (BMC Racing Team) s.t.
3 – Greg Van Avermaet (BMC Racing Team) s.t.

La nuova Maglia Azzurra, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Fantastico! Siamo venuti qui con la cronometro a squadre come nostro primo obiettivo. È la nostra specialità da alcuni anni ormai. Ci piace e tutto è andato come avremmo voluto. Ora punteremo anche ad altre tappe e ci aspettiamo ottimi risultati. Sarà insolito per me correre con la maglia di leader. Inoltre, questa è la prima vera gara dell’anno per Tejay van Garderen. Oltre a vincere oggi, abbiamo voluto metterlo il più alto possibile in classifica generale. Vincere la Tirreno è il suo grande obiettivo”.
foto 3LA TAPPA DI DOMANI
Tappa 2 – Camaiore – Pomarance 207 km
Tappa mossa e articolata specialmente nella seconda parte con finale in salita adatta ai finisseurs. Partenza da Camaiore e raggiunto il lungomare al lido si prosegue in direzione sud verso Viareggio prima e Pisa poi per abbandonare la parte completamente pianeggiante in prossimità di Collesalvetti dove cominciano le prime dolci ondulazioni. Dopo il rifornimento tra San Martino e Casino di Terra comincia la parte tecnicamente più impegnativa che sale a Canneto per ridiscendere e quindi affrontare il primo GPM della corsa dei due Mari dopo Monterotondo Marittimo. Si giunge quindi una prima volta a Pomarance da dove si affronta un “quasi-circuito” che porta a Saline di Volterra e di lì lungo la salita finale di 12 km circa con punte del 14/15%

Leggi anche:  Fabio Aru, anche la Bardiani apre le porte al corridore

Ultimi km
Dopo Saline di Volterra si sale verso Cerreto con una salita lunga, ma molto irregolare che alterna tratti oltre il 10/12% a tratti attorno al 2/3%. Ultimo strappo al 15% a 3 km dall’arrivo quando di percorre un ampio semicerchio attorno a Pomarance prima del rettilineo finale in marcata salita di 250 m dall’ultima semicurva, su asfalto, carreggiata di 7 m.
foto 4

  •   
  •  
  •  
  •