Giro d’Italia ordine d’arrivo: capolavoro di Trentin a Pinerolo

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

giro d'italia ordine d'arrivo
Giro d’Italia ordine d’arrivo: incredibile finale sul traguardo di Pinerolo, al termine della tappa più lunga della corsa rosa 2016 (244 km). Con un guizzo imperiale, Matteo Trentin (Etixx Quick Step) conquista il suo primo successo in carriera al Giro d’Italia: imperioso il suo ritorno nell’ultimo km il suo ritorno sul duo in guga composto da Moreno Moser (Cannondale) e Gianluca Brambilla (Etixx, compagno di squadra di Trentin). Uno sprint lungo quasi un km, quello di Trentin: il rallentamento del tandem di testa, troppo brusco, lo ha di fatto lanciato verso il suo primo urrà rosa. A fine corsa, un delusissimo Moser ammette “Non mi sono accorso di nulla”. Discorso diverso invece per Brambilla: “Mi son girato e ho visto che Matteo non era così lontano. Non ho tirato un metro a Moser che mi era davanti, e così di fatto ho preferito spianare la strada al ritorno del mio compagno di squadra”. Un finale spettacolare, al termine di una frazione dal percorso davvero ben disegnato e pieno di cambi di ritmo specie negli ultimi 50 km. Nulla da fare però per gli uomini di classifica, giunti con un ritardo abissale dal vincitore ma senza conseguenze i n termini di riscontri cronometrici.

Leggi anche:  Tokyo 2020, Cassani aspetta il Tour de France per annunciare i convocati. Ultima chiamata per Nibali

Tappa subito segnata da una folta fuga: in 24 si sono sganciati praticamente dopo pochi km dalla partenza di Muggiò, e il loro vantaggio è lievitato subito assestandosi poi intorno agli 11 minuti, con dietro il gruppo trainato dalla Lotto NL Jumbo della maglia rosa Kruijswijk a ritmo regolare. Così, sono i battistrada ad animare gli ultimi tortuosi 40 km, ma sul gpm di seconda categoria posto ai 18 km dall’arrivo sono proprio Moser e Brambilla a fare la differenza. Dietro di loro, reggono botta altri 4-5 corridori, fra i quali un sorprendente Modolo e, appunto, Trentin. Dopo lo strappetto nei tre finali, impressionante la picchiata e la lunga volata del trentino, che si conferma un finisseur come pochi almeno per quanto riguarda il ciclismo azzurro. In classifica non cambia nulla. Domani si torna in montagna, per la due giorni che deciderà il Giro d’Italia numero 99.

Leggi anche:  Ciclismo, Cronometro Uomini Elite: streaming gratis e diretta tv? Dove vedere Campionati Italiani

GIRO D’ITALIA ORDINE D’ARRIVO DELLA 18ESIMA TAPPA

  1. Trentin
  2. Moser
  3. Brambilla
  4. Modolo +20″
  5. Arndt +30″
  6. Rovny +34″
  7. Busato +1’10”
  8. Knees + 1’16”
  9. Domont +1’24”
  10. Malacarne +4’28”

 

  •   
  •  
  •  
  •