Giro d’Italia ordine d’arrivo decima tappa: impresa di Ciccone, Jungels in rosa

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

giro d'italia ordine d'arrivo
Colpi di scena a go go nella decima tappa del Giro d’Italia 2016, che ha celebrato la nascita di una nuova stella nel firmamento del ciclismo italiano. Si tratta di Giulio Ciccone, 21enne abruzzese della Bardiani-Csf di Bruno Reverberi, autore di un’impresa di altri tempi nella Campi Bisenzio-Sestola (219 km). Dopo uno stoico lavoro al servizio del suo capitano Stefano Pirazzi, il golden boy di Chieti ha avuto via libera negli ultimi 15 km per mettere a segno un capolavoro da fuoriclasse puro. Onore al merito anche per Gianluca Brambilla, che ha ceduto la maglia rosa al compagno di squadra lussemburghese Bob Jungels dopo essersi messo a sua completa disposizione nella salita finale dopo essere rientrato con una discesa folle dalla penultima asperità. Giornata cruciale al Giro d’Italia 2016: Mikel Landa, il portacolori basco del Team Sky considerato da tutti il grande “contender” per la vittoria finale di Vincenzo Nibali, ha abbandonato la corsa rosa solo dopo 66 km. Per lui gastroenterite durante la notte: già nelle prime battute della frazione lo spagnolo ha ceduto al passo dei migliori, e così è arrivata la decisione di salutare l’appuntamento sul quale aveva incentrato la sua stagione agonistica. Tra fughe e controfughe, il tracciato appenninico ha offerto un grande spettacolo, con un redivivo Damiano Cunego tornato leader della classifica degli scalatori e un lotto dei favoriti che rimane comunque nell’arco di pochi secondi. Dallo Squalo Nibali al murciano Valverde, dal polacco Majka al colombiano Chaves, la tenzone è ancora apertissima.

Leggi anche:  Campionati Italiani, vince Colbrelli. Bene Nibali. Si ritira Fabio Aru. Le dichiarazioni

Valverde può contare anche sul rappresentante della Costa Rica Andrey Amador, secondo in graduatoria e autore di un attacco a testa bassa alla caccia del simbolo del primato poi sfumato. Giubilo dunque per Ciccone, al primo sigillo da professionista che lascia presagire un avvenire radioso per questo talentino sfornato dalla banda dei Reverberi. Domani altra tappa spettacolare con finale nervoso in leggera salita ad Asolo: i big non si muoveranno, ma per Valverde una buona occasione per guadagnare qualche secondo sui rivali sfruttando la sua esplosività.

Ordine d’arrivo decima tappa:

  1. Ciccone
  2. Rovny +42″
  3. Atapuma + 1’20”
  4. Brown +1’53”
  5. Cunego +2’04”
  6. Amador + 2’10”
  7. Visconti +2’11”


Classifica generale dopo dieci tappe:

 

  1. Jungels
  2. Amador + 25″
  3. Valverde +50″
  4. Kruijswijk
  5. Nibali + 52″
  6. Brambilla + 1’11”
  7. Majka +1’44”
  •   
  •  
  •  
  •