Giro: impresa di Nibali, Kruijswijk cade e perde la maglia rosa

Pubblicato il autore: Marco Perrone Segui

Vincenzo Nibali vince la 19esima tappa del Giro con arrivo a Risoul e riapre incredibilmente la lotta per la conquista della maglia rosa. Il siciliano cancella le delusioni delle tappe di Corvara e della cronoscalata dell’Alpe di Siusi e si rilancia nella generale complice anche una sfortunata caduta di Kruijswijk all’inizio della discesa del Colle dell’Agnello.

Ed è stato proprio l’episodio della caduta della maglia rosa del Team Lotto NL Jumbo che potrebbe cambiare l’esito finale di questa 99esima edizione del Giro. L’olandese, grande protagonista finora della corsa a tappe, aveva superato la salita del Colle dell’Agnello stando sempre assieme ai suoi due principali avversari per la generale: Nibali e Chaves. Kruijswijk sembrava in totale controllo della corsa nonostante un Nibali già molto pimpante negli ultimi km della Cima Coppi di questa edizione. Lo Squalo ha preso la discesa del Colle dell’Agnello a tutta nel tentativo di staccare Chaves e la maglia rosa. Poi, ecco la caduta di Kruijswijk a circa 50 km esatti dall’arrivo. L’olandese sbaglia la traiettoria nell’impostazione di una curva e va a sbattere su un vero e proprio muro di neve a bordo strada, un salvifico muro di neve che ha attutito il colpo tremendo della caduta della maglia rosa. L’olandese si rialza immediatamente da terra ma la bici ha grossi problemi e in attesa del cambio dall’ammiraglia Lotto deve adattarsi con le riparazioni volanti del cambio ruote neutro. Morale della favola: al termine della discesa la maglia rosa accusa oltre 2 minuti di ritardo dal gruppo Nibali. L’obiettivo dell’olandese diventa quello di limitare i danni nella speranza di rilanciarsi nella giornata di domani.

Il secondo momento chiave della tappa arriva a 5 km e mezzo dal traguardo con una prima rasoiata del siciliano cui riesce a rispondere solo Esteban Chaves. Lo Squalo non ci sta e rilancia l’andatura staccando definitivamente l’uomo della Orica. Alle spalle di Nibali e Chaves c’è l’altro deluso di giornata, lo spagnolo Alejandro Valverde che trova alleati utili in Uran e Majka mentre Krujiswik sprofonda accusando oltre 3 minuti da Vincenzo.

Il traguardo di Risoul sarà tutto per Nibali che torna a essere Squalo con un’azione delle sue, il solito mix di incoscienza e strategia. Il siciliano si è imposto con 51 secondi di vantaggio sul colombiano Chaves (nuova maglia rosa), 2 minuti e 11 su Valverde, Majka e Uran e 4 minuti e 53 sulla maglia rosa. E ora la lotta alla vittoria della Corsa Rosa, che sembrava ormai chiusa, si riapre incredibilmente.

Ecco la nuova classifica generale dopo l’arrivo della tappa di Risoul.

1° Esteban Chaves (Orica)
2° Vincenzo Nibali (Astana) a 44″
3° Steven Kruijswijk (Lotto NL Jumbo) a 1′ 05″
4° Alejandro Valverde (Movistar) a 1′ 48″
5° Rafal Majka (Tinkoff) a 3′ 59″

  •   
  •  
  •  
  •