L’olandese Tom Dumoulin vince la Tappa 1 del Giro d’Italia e indossa la prima Maglia Rosa

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

39ea48fe-4dad-4bb7-90b5-3707aacbfa26

L’olandese Tom Dumoulin vince la Tappa 1 del Giro d’Italia e indossa la prima Maglia Rosa per un centesimo

L’OLANDESE TOM DUMOULIN VINCE LA TAPPA 1 DEL GIRO D’ITALIA E INDOSSA LA PRIMA MAGLIA ROSA

Vince per un solo centesimo di secondo alla media di 53,212 km/h

Il corridore olandese Tom Dumoulin (Team GianAlpecit – n) ha vinto la Cronometro Individuale di Apeldoorn – Provincia del Gelderland – di 9,8 km, tappa inaugurale del 99º Giro d’Italia. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Primoz Roglic (Team Lotto NL – Jumbo) e Andrey Amador (Movistar Team).

Oltre alla vittoria di tappa, Dumoulin indossa anche la prima Maglia Rosa di leader della classifica generale della corsa.

RISULTATO FINALE
1 – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin) – 9,8 km in 11’03”, media 53,212 km/h
2 – Primoz Roglic (Team Lotto NL – Jumbo) s.t.
3 – Andrey Amador (Movistar Team) a 6″

MAGLIE

Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin)
Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Algida – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin)
Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – non assegnata
Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Tobias Ludvigsson (Team Giant – Alpecin)

CLASSIFICA GENERALE
1 – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin)
2 – Primoz Roglic (Team Lotto NL – Jumbo) s.t.
3 – Andrey Amador (Movistar Team) a 6″

La nuova Maglia Rosa, subito dopo l’arrivo, ha dichiarato: “Oggi sono veramente un uomo fortunato. Ho realizzato solo ora di aver vinto di pochissimo. È stata una gara di grande sofferenza, particolarmente nella parte finale del percorso. A dire il vero non mi sento benissimo, ho un dolore allo stomaco ma sono anche felicissimo! C’è l’ho fatta! Sono stato ripagato degli sforzi fatti al Giro di Romandia per preparare questa crono. Non ho fatto la migliore prova contro il tempo della mia vita ma anche non la peggiore. Mi sarebbe piaciuto andare più veloce però conta solo il risultato e vincere qui nei Paesi Bassi ha a sapore speciale…”.
T13_Jesolo_alt
TAPPA DI DOMANI
Tappa n. 2 – ARNHEM – NIJMEGEN – 190 km
Prima tappa in linea. Il percorso si svolge, sostanzialmente pianeggiante, nelle pianure attorno alle due città di estremità. Si incontrano saliscendi, villaggi, rotatorie e dossi lungo l’intero tracciato. Da segnalare un restringimento di carreggiata al km 90 dove si percorre un breve tratto di pista ciclabile. Nel finale si scala il primo GPM del Giro lungo 1,1 km con pendenze fino al 11%. Nel finale ci si immette nel circuito cittadino di Nijmegen, 8,6 km da ripetere due volte. Il vento è l’ulteriore difficoltà che caratterizza l’intero percorso.
Ultimi km
Circuito interamente cittadino di 8,6 km da percorre due volte caratterizzato da viali ampi e rettilinei e rotatorie. Si attraversa il fiume Waal due volte su ponti con lievi pendenze in salita e discesa. Rettilineo di arrivo (350 m) in asfalto (larghezza 8 m). Ultimi chilometri dal tracciato arcuato senza vere curve.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Campionati Italiani 2021: percorso, favoriti, streaming e diretta tv Rai Sport?