Super Ulissi vince la quarta tappa al Giro d’Italia. Dumoulin ancora in rosa

Pubblicato il autore: Omar Bonelli Segui


Il Giro d’Italia è tornato nello Stivale
, con la quarta tappa Catanzaro-Praia a Mare e per festeggiare l’arrivo della Rosa, c’è stata la vittoria del toscano Diego Ulissi e della sua squadra Lampre Merida, tutta la squadra ha grandi meriti, una strategia perfetta infatti ha permesso al 26enne toscano di arrivare da solo al traguardo, dopo essersi involato sulla salita decisiva a circa 9 km dalla conclusione. Alle sue spalle l’olandese Tom Dumoulin, secondo, ha tolto la maglia rosa al tedesco Kittel che gliela aveva strappata a sua volta nella terza tappa ad Arnhem. Vera e propria impresa quella di Ulissi, che è riuscito a sconfiggere il fortissimo Dumulin, che fino ad ora aveva dettato legge in volata.
La carovana rosa partiva da Catanzaro con  i primi 120 km tutto sommato tranquilli, il percorso di 200 km prevedeva un paio di GpM di terza categoria, alcuni saliscendi ma soprattutto la salita del Fortino ai meno 10,5 km, uno strappo breve ma molto severo, con pendenze fino al 18%, probabilmente decisivo.
Nella parte finale della tappa odierna, la svolta c’è stata ad una quindicina di km dal traguardo, quando davanti si è portata una dozzina di corridori, con Ulissi tirato dal compagno di squadra Conti della Lampre per attaccare con qualche secondo di vantaggio sul gruppo la salita del Fortino. All’inizio della quale i fuggitivi avevano ancora 30 secondi di vantaggio sul gruppo, trainato dall’Astana per Nibali.

Ulissi ha cominciato la discesa con 15″di vantaggio sugli inseguitori, fra i quali c’era anche Colbrelli trainato da un suo gregario per cercare di riacciuffare il fuggitivo solitario. Tutto inutile, però, perché Ulissi è riuscito a mantenere una manciata di secondi di vantaggio, anche nel lungo rettilineo conclusivo, precedendo infine sul traguardo l’olandese Tom Dumoulin, tornato in possesso della maglia rosa, e il connazionale Kruijswijk.
Per Diego Ulissi quella di oggi è la quinta vittoria in carriera al Giro d’Italia, sicuramente una delle sue vittorie più importanti in carriera.
Domani ci sarà la quinta tappa della 99° esima edizione del Giro d’Italia, che partirà da Praia a Mare  e arriverà a Benevento, tappa lunga ben 233 Km. In questa tappa i ciclisti dovranno affrontare un solo Gpm di 3a categoria, posto al chilometro 36. Da qui in poi la strada è un continuo saliscendi che potrebbe sfavorire i velocisti puri.
Una tappa difficile da prevedere, più difficile che si arrivi in volata, perché soprattutto il finale è in leggera ascesa e con tratti in pavè. Molto più probabile che vada in porto qualche fuga da lontano, anche se gli ultimi 50 Km e la lunghezza della tappa, potrebbero favorire il rientro del gruppo, che avrebbe più possibilità di spingere nel caso in cui le squadre volessero riprendere eventuali fuggitivi.
Anche la sesta tappa sarà sempre, sul territorio sannita, la carovana rosa si sposterà infatti a Ponte dov’è prevista la partenza della 6 tappa, 165km e 3 gran premi della montagna che terminerà a Roccaraso.
Sicuramente sarà il primo vero test in salita per i ciclisti favoriti per la vittoria finale, si potrebbe iniziare a vedere come stanno i corridori di punta e in che condizioni di forma si trovano.

  •   
  •  
  •  
  •