Giro del Delfinato programma e diretta TV: Froome, Contador e Aru al test pre-Tour

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

giro del delfinato programma diretta tv
Giro del Delfinato programma e diretta tv:
la storica corsa a tappe francese, ormai da anni grande antipasto del Tour de France, verrà trasmessa sia da RaiSport sia da Eurosport. Il via è fissato per domenica 5 giugno con il cronoprologo di Les Gets (4 km), e si concluderà il 12 giugno a Superdevoluy. Percorso al solito vario, con le tappe montagnose del 10 e 11 giugno (arrivi a Vaujany e Meribel) che decideranno i giochi in chiave classifica generale.  Rispetto agli scorsi anni, pochissimi i km a cronometro, ridotti soltanto ai quattro della prima mini-frazione. Sarà il primo vero test per i big del ciclismo mondiale che vedremo poi impegnati nella Grande Boucle: eccezion fatta per il colombiano della Movistar Nairo Quintana (2° a Parigi lo scorso anno), che con ogni probabilità opterà per il Giro di Svizzera, gli altri favoriti alla maglia gialla a luglio saranno tutti al via. Da Chris Froome ad Alberto Contador, da Fabio Aru a Thibaut Pinot, fino a Romain Bardet e Richie Porte, sarà un Delfinato davvero a grandi firme.

Leggi anche:  Fabio Aru replica a Saronni sullo sfogo avuto al Tour

Ecco dunque il borsino dei grandi protagonisti della corsa transalpina.

CHRIS FROOME: vuole con decisione il terzo Tour in carriera, e finora si è visto pochino. Al Romandia, dopo aver sudato le canoniche sette camice, ha sorpreso tutti con un bella vittoria di tappa. A maggio però non ha più corsa, e la sua gamba è tutta da verificare. Ha dalla sua la squadra più forte su piazza, con in più un Mikel Landa, reduce dall’infausta debacle del Giro d’Italia, a dargli man forte in salita. Il Team Sky è una corazzata, e il britannico ha una pressione niente male da reggere da qui a luglio.

ALBERTO CONTADOR: dal Tour de France 2016 si deciderà il suo futuro. Non assapora la maglia gialla dal 2009: se dovesse vincere la Grande Boucle o comunque agguantare il podio, facile che lo vedremo anche nel 2017 tra i pro. Altrimenti appenderà la bici al chiodo. Al Delfinato ha sempre fatto bene, e con la Tinkoff (che ha fine anno chiuderà i battenti) vuole chiudere in bellezza.

Leggi anche:  Fabio Aru replica a Saronni sullo sfogo avuto al Tour

FABIO ARU: ha corso pochissimo in questo 2016, e da domenica potrebbe pagare dai rivali sulle strade francesi. Poco male: ha incentrato quest’annata tutta sul Tour e la Astana per luglio gli metterà a disposizione un team da urlo, con Vincenzo Nibali fresca maglia rosa a dargli supporto. I prossimi due mesi sono quelli della verità per lui e c’è grande curiosità.

THIBAUT PINOT: il Tour de France non vede una maglia gialla francese a Parigi dal 1985. In salita va fortissimo, e i tempi sono maturi per lottare per il simbolo del primato. Al Delfinato ha già dichiarato di aver puntato alle due tappe di montagna: sarà tra i protagonisti, c’è da scommetterci.

ROMAIN BARDET: per lui vale un po’ il discorso di Pinot, ma non corre da più di un mese ormai. Fantasia e colpo di pedale frizzantino non gli mancano: vuole il salto di qualità definitivo.

Leggi anche:  Fabio Aru replica a Saronni sullo sfogo avuto al Tour

TOM DUMOULIN: torna in gara dopo un Giro d’Italia con 6 giorni in maglia rosa e un repentino default per problemi fisici. In salita l’olandese stenta troppo, ma nelle corse a tappe di una settimana va sempre tenuto d’occhio.

RICHIE PORTE: passato alla BMC, deve dimostrare di essere più di un gregario di lusso.

  •   
  •  
  •  
  •