Prologo Delfinato risultati e classifica. Vince Contador su Porte e Froome

Pubblicato il autore: Matteo Monaco Segui
PIC492238947

PIC492238947

Prologo Delfinato risultati e classifica
Alberto Contador si conferma il grande favorito di questo Criterium del Delfinato grazie a una cronometro straordinaria in cui riesce a mettere in fila tutti gli altri cofavoriti della giornata a partire dal due volte vincitore del Tour e campione uscente Chris Froome, terzo a dodici secondi, apparso ancora in una condizione non ottimale. Sul secondo gradino del podio si piazza un ottimo Richie Porte a soli cinque secondi dal campione di Pinto. Non benissimo Fabio Aru, di ritorno da 22 giorni di altura sul Sestriere, giunto a 1’08” da Alberto Contador.

La tappa. Quella di oggi non sarà sicuramente il colpo del Ko da parte di Contador nei confronti dei suoi avversari, ma sicuramente ha fatto capire di che pasta è fatto il campione spagnolo. L’agilità con con cui ha scalato i quasi quattro chilometri del prologo hanno dimostrato ancora una volta la qualità di questo atleta che, se dovesse continuare con questa condizione, si candida a un probabile ruolo di favorito al prossimo Tour, Quintana permettendo. La pedalata di Froome, invece, non è apparsa quella dei tempi d’oro ma non tanto per un problema di esplosività e frequenza, quanto per una questione di condizione. Non è ancora al  100 per cento e la condizione salirà sicuramente nelle prossime tappe e in vista del Tour. Tra gli uomini più attesi male Pinot, che non è riuscito a fare la differenza dimostrando che forse il suo maggior limite è mentale piuttosto che fisico e Aru, il cui ritorno dall’altura, come previsto, gli ha impedito di essere esplosivo su un percorso con pendenze costantemente oltre il 10 per cento.
Sorpresa, fino a un certo punto, Richie Porte che ha dimostrato di trovarsi particolarmente bene nelle prove contro il tempo e di avere un ottimo passo anche in salita. Si starà chiedendo anche lui se questo può essere l’anno buono in cui fare il salto di qualità e riuscire a diventare finalmente un corridore da Grandi Giri. Le premesse e la preparazione atletica mirata per il Tour di questo anno, sicuramente più adatto alle sue caratteristiche rispetto al Giro del 2015, ci sono: bisognerà vedere se le gambe e la testa gli permetteranno di reggere la tre settimane.
Due parole vanno spese per i primi tre italiani di questo prologo: benissimo Diego Rosa, nono a 37 secondi da un Contador scatenato, sembra proprio che il ventisettenne di Alba possa lasciare il ruolo di gregario per diventare capitano, nelle classiche di un giorno e chissà che non possa farlo anche nei grandi giri; Enrico Gasparotto ha dimostrato con il suo quattordicesimo una condizione brillante che potrebbe permettergli di vincere una tappa qui in Francia. Benissimo il giovane Valerio Conti, la cui crescita graduale ma costante potrebbe farne uno dei maggiori azzurri per corse a tappe dei prossimi anni

Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra

Classifica del prologo:
1. ALBERTO CONTADOR (ESP/Tinkoff) – 11:36

2. Richie Porte (AUS/BMC Racing) a 0:06

3. Chris Froome (GBR/Sky Team) a 0:13

4. Daniel Martin (IRL/Etixx-Quick Step) a 0:21

5. Julian Alaphilippe (FRA/Etixx-Quick Step) a 0:24

6. Wout Poels (NED/Sky Team) a 0:25

7. Romain Bardet (FRA/AG2R-La Mondiale) a 0:29

8. Adam Yates (GBR/Orica-GreenEDGE) a 0:31

9. Diego Rosa (ITA/Astana) a 0:37

10. JESÚS HERRADA (ESP/MOVISTAR) a 0:39

12. Mikel Landa (ESP/SKY) 44.

17. Thibaut Pinot (FRA/FDJ) 52.

36. Fabio Aru (ITA/AST) 1:08.

Classifica Generale

1. ALBERTO CONTADOR (ESP/Tinkoff) – 11:36

2. Richie Porte (AUS/BMC Racing) a 0:06

3. Chris Froome (GBR/Sky Team) a 0:13

4. Daniel Martin (IRL/Etixx-Quick Step) a 0:21

5. Julian Alaphilippe (FRA/Etixx-Quick Step) a 0:24

6. Wout Poels (NED/Sky Team) a 0:25

7. Romain Bardet (FRA/AG2R-La Mondiale) a 0:29

Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra

8. Adam Yates (GBR/Orica-GreenEDGE) a 0:31

9. Diego Rosa (ITA/Astana) a 0:37

10. JESÚS HERRADA (ESP/MOVISTAR) a 0:39

  •   
  •  
  •  
  •