Clàsica di San Sebastiàn 2016: percorso, orari, diretta tv e info streaming

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui
Il podio della Clasica San Sebastian 2015: da sinistra, Philippe Gilbert, il vincitore Adam Yates e Alejandro Valverde

Il podio della Clasica San Sebastian 2015: da sinistra, Philippe Gilbert, il vincitore Adam Yates e Alejandro Valverde

Archiviato il Tour De France con l’indiscutibile vittoria di Chris Froome ed in attesa della prova su strada alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, sabato 30 luglio il grande ciclismo fa tappa nei Paesi Baschi per l’edizione numero 36 della Clàsica di San Sebastiàn.

I partecipanti al via

Presenti quest’anno 20 squadre, di cui 18 World Team e due wild card (Caja Rural e Cofidis); alla partenza ci sarà il vincitore uscente, il corridore della Orica Bike Exchange Adam Yates, reduce da un onesto quarto posto nella classifica finale della Grande Boucle di quest’anno, ed assieme a lui gli altri vincitori delle ultime otto edizioni della Donostia Klasikoa (il nome in basco della gara) come  Alejandro Valverde (sul gradino più alto del podio nel 2014 e nel 2008), Luis Leon Sanchez (2012 e 2010) e Philippe Gilbert (2011). Tornano alle corse anche due corridori protagonisti di ritiri eccellenti all’ultimo Tour de France ovvero Alberto Contador, che ha abbandonato la Grande Boucle alla nona tappa dopo una serie di cadute nelle prime due e Thibaut Pinot. Da segnalare inoltre la presenza alla Clàsica di Joacquim Rodriguez in quella che sarà la sua ultima partecipazione prima del ritiro a fine anno, i protagonisti dell’ultimo Tour Richie Porte, Mikel Landa, Julian Alaphilippe, Rafal Majka, Bauke Mollema, Daniel Martin e ancora il quarto ed il settimo classificato al Giro d’Italia 2016, Steven Kruijswijk e Rigoberto Uran. Tante stelle e tanti nomi di prim’ordine al via all’Alderi Eden Park di San Sebastian, a cui si aggiunge una folta pattuglia di italiani che comprende il portacolore azzurro alle Olimpiadi Alessandro De Marchi, Diego Ulissi, Guanluca Brambilla, Michele Scarponi, Moreno Moser, Oscar Gatto,Valerio Agnoli, Davide Formolo e Fabio Felline.

Il Percorso 2016
clasica_san_sebastian-U2020734015904yE-U1604904213929GG-620x349@Gazzetta-Web_articolo

Il percorso (che inizia e si conclude nella città di Donostia) sarà quasi uguale a quello dell’anno scorso, con una modifica voluta dall’UCI per motivi di sicurezza e che ha disposto così l’allungamento della prova da 219 km agli attuali 220,2 km modificando l’asperità finale. Nel dettaglio, la partenza è fissata anche quest’anno dall’Alderi Eden Park di San Sebastian, e da lì i corridori si inoltreranno nei Paesi Baschi affrontando ben sei salite prima del traguardo. La prima è collocata nei primi 60 km nell’Alto de Iturburu,una scalata di 3,5 km con pendenza media al 5,0%, facilmente affrontabile da parte della carovana dei ciclisti; archiviati i primi 120 km si entra però nel circuito di 40,3 km che dovrà essere percorso due volte e che presenta le due vette dell’Alto de Jaizkibel (emblema della Clàsica, 7,8 km e pendenza media del 5,8% con dei massimi fino all’8%) e l’Alto de Arkale (2,7 km con una media più alta, 6,3%). Completato il circuito i corridori affronteranno gli utlimi 32 km con la modifica del tracciato, dove non si arriverà più a Bordako Tontorra ma si scalerà il versante di Murgil Bidea, lungo 1,8 km ma con pendenze medie da 10,5 % e punte del 25% che sicuramente, assieme alla discesa, faranno la selezione della gara come è avvenuto negli anni precedenti. A seguire lo scollinamento e la discesa di 7,9 km sino al traguardo di San Sebastian.

Albo d’Oro della Clàsica di San Sebastiàn

Guida la classifica dell’albo d’oro la Spagna con 13 vittorie, mentre l’Italia difende il secondo piazzamento con 7 trionfi (mattatori negli anni 90 Gianni Bugno nel 1991, Claudio Chiappucci nel 1993, Davide Rebellin nel 1997, Francesco Casagrande nel 1998 e nel 1999 e poi Paolo Bettini nel 2003 e Leonardo Bertagnolli nel 2007). A seguire la Francia con 4 vittorie,  Paesi Bassi con 3, il Belgio con 2 e sei nazioni con una vittoria alla Clàsica di San Sebastiàn (Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Messico, Austria e Svizzera).

Gli orari e le dirette tv e streaming

Il via è sabato 30 luglio alle 11.45, mentre l’arrivo è previsto tra le 16.59 e le 17.32. Si può seguire la gara in diretta su Rai Sport Uno (canale 57 del Digitale Terrestre e 227 di Sky) dalle 14:35 e su EuroSport (canale 210 della piattaforma Sky) dalle 11:40. Lo streaming è disponibile su Eurosport (raggiungibile a questo indirizzo, servizio in abbonamento) oppure free su Rai.tv e sul sito di Raisport.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •