Rio 2016, la Nazionale di ciclismo a Fiuggi: “Ci siamo preparati al meglio”

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

campionato italiano ciclismo 2016 nibali


Concluso il Giro d’Italia 2016, con la vittoria dell’italiano Vincenzo Nibali, concluso il Tour de France 2016, il più noioso degli ultimi anni dominato dal britannico Froome, gli appassionati di ciclismo aspettano le Olimpiadi di Rio. La Nazionale di ciclismo a Fiuggi, comandata dal condottiero Davide Cassani, è in procinto di partire, destinazione Rio de Janeiro, per le due gare delle Olimpiadi che si terranno il 6 agosto, quella in linea, e il 10 agosto la crono. Dal ritiro di Fiuggi trapelano le prime dichiarazioni e i primi umori del gruppo che rappresenterà i nostri colori, e le premesse sono davvero positive. Il quintetto di ciclisti italiani sarà composto da Vincenzo Nibali, Diego Rosa, Damiano Caruso, Fabio Aru e Alessandro De Marchi. Ecco le prime parole a caldo del commissario tecnico: “Siamo consapevoli che da noi si attende una medaglia. Il percorso è duro, la condizione degli atleti è ottimale. Ce la metteremo tutta, siamo tutti consapevoli che le nostre caratteristiche si adattano molto bene a questo tipo di gare. Ma le Olimpiadi sono un evento molto particolare, quasi a sé, in cui non conta solo la condizione fisica, ma entrano in gioco anche altre componenti, quelle logistiche e quelle ambientali. Il fatto che Vincenzo Nibali abbia già vissuto questa esperienza sicuramente aiuterà tutto il gruppo azzurro”. Il commissario tecnico della Nazionale punta molto, e a ragione, sul fattore “Nibali”, fresco vincitore del suo secondo Giro d’Italia: uomo di sicura fiducia, di esperienza da vendere e corridore capace di difendersi in tutte le condizioni. Infatti, il ciclista messinese al curriculum personale annovera qualità di scalatore, passista-scalatore, discesista e, dulcis in fundo, grande corridore delle corse a tappe.

Lo “Squalo” sembra concentrato e sereno, tutto proteso verso le gare olimpiche che lo vedranno sicuramente protagonista: “Ci siamo preparati al meglio, tutti quanti. Usciamo dal Tour de France in una condizione ottimale. Siamo affiatati e determinati. Faremo di tutto per regalare una medaglia olimpica all’Italia”. Diego Rosa, altro azzurro in forza alla Astana Pro Team, sprizza determinazione e un pizzico di presunzione che non guasta mai, soprattutto nel periodo breve di avvicinamento alla competizione olimpica: “Le altre squadre devono temerci in quanto siamo forti per questo particolare tipo di percorso. Penso che ci sarà davvero da divertirsi”. Damiano Caruso, azzurro in forza al BMC Racing Team, osserva come la lunga preparazione alle Olimpiadi ha sortito l’effetto desiderato: “Mai uscito in condizioni migliori da una corsa a tappe. Siamo pronti”. Infine Fabio Aru che, dopo il deludente risultato del Tour de France, si aspetta molto dall’esito di questa competizione e quindi dalla prova di tutto il gruppo azzurro: “Partecipare alle Olimpiadi è sempre una grande emozione, ma anche una grande soddisfazione. Sono di quelle esperienze che ti lasciano sicuramente qualcosa, comunque vada a finire”. Nella giornata di venerdì, il programma del commissario tecnico Davide Cassani prevede allenamento lungo nella mattinata e riposo nel pomeriggio. Nella giornata di sabato poi, il gruppo e lo staff degli azzurri si sposterà verso l’aeroporto di Fiumicino dove ad aspettarli ci sarà un aereo carico di sogni con direzione medaglia olimpica.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: