Ciclismo, Campionati Europei 2016: In Bretagna suona subito l’inno di Mameli

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui

Plumelec (Francia) – Partenza con il botto per la Nazionale Italiana sulle strade di Plumelec, dove le azzurrine Lisa Morzenti e Alessia Vigilia hanno dettato legge nella prova contro il tempo nella categoria Juniores, sbaragliando l’agguerrita concorrenza. Le ragazze, già vicecampionesse e campionesse italiane in carica a cronometro sempre tra le Juniores, hanno coperto rispettivamente i 12,5km del tracciato in 19’02” (39.404 km/h) e 19’16” (38.927 km/h), confermando quindi la spiccata abilità nella specialità.

Campionati Europei 2016

Lisa Morzenti e Alessia Vigilia  sorridenti questa mattina prima del via (foto TuttobiciWeb.it)

Subito oro ed argento, dunque, per l’Italia, che nel pomeriggio concentrerà le sue attenzioni sulle prove degli Juniores Alexander Konychev (partenza ore 13.17), figlio del grande Dmitri, uno dei più grandi ciclisti talenti del ciclismo mondiale ed ora direttore sportivo del team russo Katusha, e Stefano Oldani (partenza alle 13.46), campione italiano in carica nella prova contro il tempo e neo acquisto del Team Colpack per la prossima stagione. A chiudere questa lunga giornata di crono saranno quindi gli uomini Under 23, dove a difendere i colori azzurri lungo tutti i 25km del tracciato bretone saranno Giovanni Carboni (15.17) e Filippo Ganna, ultimo partente alle ore 15.50, oro su pista nell’inseguimento individuale ai Mondiali di Londra 2016 e campione italiano di specialità in carica, conquistato battendo per un soffio proprio il suo compagno di nazionale Carboni. Viste le premesse, dunque, c’è da aspettarsi un’Italia che darà del filo da torcere alle altre nazioni del vecchio continente, cercando di incrementare quel bottino che già dalle prime ore della giornata ha iniziato a riempirsi, dando fiducia anche per il futuro a tutto il movimento ciclistico italiano.

  •   
  •  
  •  
  •