Ciclismo, Giro d’Emilia 2016: percorso e programmazione tv

Pubblicato il autore: Andrea Pertile Segui
ba4d90da606fb616f311e527d09bef24de320fae
Archiviate le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Rio, la stagione del ciclismo è pronta ad affrontare le ultime corse del circuito UCI di questo finale di stagione 2016. Il prossimo appuntamento per gli appassionati delle due ruote a pedali è il Giro d’Emilia 2016 prevista per il 24 settembre prossimo. Ad aggiudicarsi l’edizione 2015 del Giro d’Emilia è stato il corridore belga Jan Baketlans su AG2R-Lamondiale, che tagliò il traguardo della salita di Colle della Guardia, presso il Santuario della Madonna di San Luca, con un tempo invidiabile: tra il 30enne ed il secondo classificato – l’italiano Andrea Fedi – passò quasi un minuto, 58 secondi per la precisione. Le vittorie tricolori del Giro d’Emilia sono 81 totali, con Costante Girardengo che ottenne 5 successi nel primo dopoguerra ed è ancora adesso il detentore di tale record. Tra i partecipanti all’edizione numero 99 del Giro d’Emilia spunta anche il colombiano Nairo Quintana, già vincitore della manifestazione nel 2012, nonchè campione della Vuelta a Espana in carica.

Il percorso del Giro d’Emilia 2016

La corsa del 99° Giro d’Emilia misura 213 km: di questi, 37 sono in salita, con un dislivello di circa 1800 metri. I corridori inizieranno la competizione come di consueto nei dintorni di Bologna Fiere, anche se il chilometro “zero” verrà posizionato in Viale Togliatti. La prima parte del percorso è pianeggiante e non prevede difficoltà altimetriche. Giunti nella località Calderino, i ciclisti dovranno affrontare la salita di Mongardino. In seguito, si proseguirà in discesa verso Sasso Marconi, dopodiché la carovana toccherà il paese di Rioveggio, dove inizierà l’ascesa che porterà in cima al Passo Brasimone, transitando da Castiglione dei Pepoli. Questa salita misura 18,7 Km. La successiva discesa porterà a Riola di Vergato, poi si continuerà verso Marzabotto e successivamente si farà ritorno a Sasso Marconi per la seconda volta. In località Badolo è prevista una salita di 4 Km con pendenze al 6% massimo. Terminata la “scampagnata” sugli appennini, i corridori torneranno a Bologna, dove attraverseranno tutta la città passando dalle porte di Santo Stefano, Castiglione e Saragozza.

Dopo aver transitato l’Arco del Meloncello, inizierà la salita di San Luca. Qui ci sarà un primo passaggio sulla linea del traguardo, ma a quel punto la carovana dovrà percorrere il circuito ‘San Luca-Casaglia’, della lunghezza di 9,3 Km, per 4 volte. L’asperità conclusiva misura 2,2 Km e presenta pendenze medie del 10,8%, con punte massime al 18%. In questi punti il dislivello è di 215 metri; l’arrivo in cima è previsto intorno alle ore 17.15

Dove vedere il Giro d’Emilia 2016

Anche quest’anno gli appassionati di questa competizione dovranno rinunciare alla diretta televisiva. L’unico appuntamento previsto per il tubo catodico è un’ampia sintesi trasmessa da Rai Sport (canali 57 e 58 del digitale terrestre), prevista per le ore 18.45.

Giro d’Emilia, l’albo d’oro dal 2000 al 2015

VINCITORE                        SECONDO                         TERZO

2000 Italia Gilberto Simoni Italia Massimo Codol Italia Mirko Celestino
2001 Germania Jan Ullrich Italia Francesco Casagrande Italia Davide Rebellin
2002 Italia Michele Bartoli Italia Ivan Basso Danimarca Michael Rasmussen
2003 Spagna José Iván Gutiérrez Russia Aleksandr Kolobnev Italia Davide Rebellin
2004 Italia Ivan Basso Italia Francesco Casagrande Italia Rinaldo Nocentini
2005 Italia Gilberto Simoni Lussemburgo Fränk Schleck Italia Mirko Celestino
2006 Italia Davide Rebellin Italia Danilo Di Luca Italia Giuseppe Di Grande
2007 Lussemburgo Fränk Schleck Italia Davide Rebellin Stati Uniti Chris Horner
2008 Italia Danilo Di Luca Italia Davide Rebellin Russia Aleksandr Kolobnev
2009 Paesi Bassi Robert Gesink Danimarca Jakob Fuglsang Svezia Thomas Lövkvist
2010 Paesi Bassi Robert Gesink Irlanda Daniel Martin Italia Michele Scarponi
2011 Colombia Carlos Alberto Betancur Paesi Bassi Bauke Mollema Colombia Rigoberto Urán
2012 Colombia Nairo Quintana Svezia Fredrik Kessiakoff Italia Franco Pellizotti
2013 Italia Diego Ulissi Danimarca Chris Anker Sørensen Italia Davide Villella
2014 Italia Davide Rebellin Spagna Ángel Madrazo Italia Franco Pellizotti
2015 Belgio Jan Bakelants Italia Andrea Fedi Spagna Ángel Madrazo
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: