Gimondi Bike: dominio per Pavan Free Bike

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo Segui

Gimondi Bike. Vittoria per Monica Maltese, miglior tra le donne amatori.  Sul podio delle rispettive categorie anche Marco Villa e Stefano Moretti.  Giaime Origgi vince in Svizzera una prova di mtb orienteering della Swiss Cup.

2_valsecchi_gimondi_bike

Gimondi Bike. Grandi risultati per Pavan Free Bike nell’ultima domenica di settembre, dove gli atleti hanno corso la Gimondi Bike, gara internazionale di mountain bike che ha visto al via 1.500 bikers che hanno pedalato tra il Sebino e i vigneti della Franciacorta, all’ombra dei castelli di Passirano e Calino, sulle mulattiere di Provaglio, fino alla Madonna del Corno sui monti affacciati sul Lago d’Iseo. La gara intitolata a Felice Gimondi, uno tra i più grandi campioni del ciclismo italiano, ha dato ancora grandi soddisfazioni al club di Sovico che l’anno scorso aveva colto ben due podi, impreziositi nel 2016 dalla vittoria di Monica Maltese, sesta della gara femminile, preceduta solo da atlete Elite.   Le buonissime condizioni di forma messe in mostra dal Campionato Mondiale Master stanno portando la ragazza di Erba a buonissimi risultati.  Monica ha preso subito la scia delle atlete Elite e ha tenuto il loro passo sulla prima salita di Palaveno, senza mai essere raggiunta da nessuna avversaria della sua categoria, neanche dove il percorso era molto veloce e quindi poco adatto alle sue caratteristiche.
Secondo posto di categoria (Master 2) per Marco Villa, ancora come nel 2015 alle spalle del bresciano Enzo Gnani che dopo essere rimasto per buona parte dei 40 Km del percorso, alle spalle del portacolori di Pavan Free Bike, ha capovolto la situazione sull’ultima salita di giornata:  “Resta un po’ di rammarico per aver perso la prima posizione, ma sono comunque soddisfatto per l’ottima prestazione di oggi” “ racconta Villa “ “Sono partito subito forte e ho scollinato sulla prima salita attorno alla 25ª posizione, poi dopo la discesa sono rimasto da solo e ho dovuto fare un lungo tratto in solitaria.  Quando mi ha raggiunto un corridore della Polimedical siamo andati avanti del nostro passo fino quasi alla salita della Madonna del Corno, quando un gruppetto ci ha raggiunto e lì purtroppo c’era Gnani che anche quest’anno è riuscito a mettere le sue ruote davanti alle mie.  Avevo speso davvero tutto per cercare di mantenere alta l’andatura e quando mi ha attaccato in salita, ho solo cercato di limitare i danni.  Sono contento di confermarmi ancora al secondo posto dietro ad un corridore che ha vinto la Gimondi Bike almeno cinque volte”
46° assoluto, Stefano Moretti si aspettava qualcosa in più dalla classica della Franciacorta.   Stefano ha sofferto più del solito la partenza bruciante del gruppo di testa e il ritmo indiavolato dei primi chilometri, poi nel proseguo della gara si è ripreso e ha recuperato qualche posizione, finendo al terzo posto della categoria Elite Master Sport.
Termina al 49° posto Mirko Gritti (5° Elite Master Sport) alla sua prima partecipazione alla Gimondi Bike, protagonista di una performance di tutto rispetto a soli 13 secondi dal podio di categoria.  Bene anche per Cristian Boffelli (7° Elite Master) e Michele Bonacina (4° Master 3), arrivati al traguardo insieme attorno alla sessantesima posizione.  Da segnalare nelle pagine successive della classifica i piazzamenti di Riccardo Capiaghi (245°), Emanuele Fossati, Werner Stefano Villa, Gianluca Battipaglia e Massimo Roccella.
Arriva una vittoria anche dall’mtb orienteering ad opera di Giaime Origgi che nella prova finale della Swiss Cup, disputata a Dachsen, vicino a Schaffauesen, si è aggiudicato la prova davanti al forte svizzero Simon Brändli, vincitore quest’anno della prova di apertura di Coppa del Mondo in Alsazia.
Dopo i problemi fisici di inizio estate, Origgi sembra essere riuscito a ritrovare una buona condizione e ora può guardare con fiducia agli ultimi impegni di stagione.  Mercoledì il brianzolo partirà con la Nazionale MTB Orienteering alla volta della Lithuania, dove con la maglia azzurra affronterà tre gare sulle distanza middle, long e sprint, quindi sarà la volta della rassegna tricolore l’8 e 9 ottobre sull’Altopiano di Folgaria.

  •   
  •  
  •  
  •