Il Lombardia 2016: tutte le info su Percorso, Partecipanti e Diretta Tv e Web

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui
Vincenzo Nibali trionfa nell'edizione dello scorso anno, ma non sarà al via de Il Lombardia 2016

Vincenzo Nibali trionfa nell’edizione dello scorso anno, ma non sarà al via de Il Lombardia 2016

Il ciclismo conclude il grande slam delle classiche monumento con Il Lombardia che sabato 1 ottobre taglierà il traguardo delle 110 edizioni. Se in passato questo appuntamento chiudeva il calendario internazionale, nei tempi del ciclismo moderno, con l’affacciarsi nelle competizioni di Paesi senza una solida tradizione ciclistica alle spalle e con l’avvento degli investimenti in petroldollari,  la Classica delle Foglie Morte quest’anno chiuderà sì il World Tour ma anticiperà il Mondiale che si terrà fra due settimane in Qatar.
Ma vediamo nel dettaglio percorso, iscritti e come vedere quello che un tempo si chiamava Giro della Lombardia e che porta la firma organizzativa di RCS Sport.

Il Percorso de Il Lombardia 2016

Il percorso de Il Lombardia 2016

Il percorso de Il Lombardia 2016

Partiamo dalla novità di quest’anno: gli organizzatori infatti hanno fatto delle modifiche negli ultimi 100 km che rendono così la competizione più difficile rispetto al passato, cosa che, come ammesso dal Team Coach della Giant Alpecin Aike Visbeek, potrà rendere la gara ancora più interessante e combattuta, con ben 4400 metri di dislivello generale.
Si parte alle 10.50 da Como, precisamente da Via Napoleona, per arrivare a Bergamo dopo 240 km con molte asperità: basti pensare che negli ultimi 115 km si concentra la più alta percentuale di dislivello dell’intera prova.
La prima parte della gara non presenta grandi novità, giacché il percorso si snoderà fino al versante di Bellagio che porta al simbolo di questa grande classica, ovvero la scalata (di 8,5 km, con pendenza media al 6,2% che arriva a punte del 14%) del Santuario della Madonna del Ghisallo, Celeste Patrona dei Ciclisti Italiani. Verranno toccati i paesi di Cantù, Erba, Asso ed Onno.

La salita del Ghisallo

La salita del Ghisallo

La successiva asperità sarà il Colle Brianza, superato il quale la carovana dei ciclisti affronterà il Valico di Valcava, un percorso di 11,8 km partendo dal San Gottardo che vedrà i corridori affrontare 14 tornati con pendenza media del 9% e punte del 17%, ed un dislivello di 943 m.

Una delle salite più dure, il Valico di Valcava

Una delle salite più dure, il Valico di Valcava

Arriviamo poi ad una delle novità di quest’anno, ovvero la scalata di Sant’Antonio Abbandonato, 6,5 km di salita con pendenza media del 8,9% e punte massime del 15%.

La novità di quest'anno, la salita di Sant'Antonio Abbandonato

La novità di quest’anno, la salita di Sant’Antonio Abbandonato

Successivamente, altra asperità inedita, quella degli 8,7 km di Miragolo San Salvatore (pendenza media del 7%, punte del 11%). Prima degli ultimi km i ciclisti dovranno avere ancore le gambe per affrontare il Selvino (6,9 km, pendenza media 5,4%, massima 9%) ed uno strappo finale (1,5 km, pendenza media del 7,9%, massima 9,8%) con tanto di settore in pavé in zona Porta Garibaldi; dopo Largo Colle Aperto si scollina verso l’ultimo km che sbuca su Via Locatelli a Bergamo e arrivo in Piazza Matteotti.

Leggi anche:  Premier League, dove vedere Leicester Fulham streaming e diretta tv

Il Lombardia 2016: I Partecipanti

Anzitutto, non ci sarà il detentore del titolo 2015 (dopo un digiuno italiano nella Classica di fine stagione durato ben sette anni), ovvero Vincenzo Nibali, impegnato nel Tour of Almaty che si correrà in Kazakistan il 3 ottobre; la start list può comunque vantare il meglio del ciclismo mondiale rappresentato da un totale di 25 squadre, 18 con licenza World Tour e 7 wild card Professional, dove sono incluse tutte le italiane.
Tra i corridori troviamo infatti il campione olimpico di Rio della prova su strada, ovvero Greg Van Avermaet per la BMC con compagni di squadra come Darwin Atapuma, il due volte vincitore de Il Lombardia (2009 e 2010) Philippe Gilbert e gli italiani Damiano Caruso ed Alessandro De Marchi. A proposito di trionfatori della Classica delle Foglie Morte, anche Joaquim “Purito” Rodriguez (Katusha), già vincitore nel 2012 e 2013, sarà della partita per l’ultima gara della sua straordinaria carriera; la Astana schiera Fabio Aru come capitano accompagnato da corridori come Dario Cataldo, Diego Rosa, Jakob Fuglsang ed il fresco vincitore della Milano-Torino, ovvero la stella in ascesa Miguel Angel Lopez.
Ci sarà anche Rigoberto Uran, che ha dato spettacolo nelle Tre Valli Varesine e si è piazzato al terzo posto nella già citata Milano – Torino, e con lui nella Cannondale-Drapac il secondo classificato della gara lombardo-piemontese Michael Woods, Davide Formolo e Moreno Moser.
Ancora, tra i partecipanti l’inossidabile Alberto Contador (Tinkoff), in corsa dopo le fatiche della Vuelta, e poi Romain Bardet (Ag2r) che nella Milano-Torino ha dimostrato una ottima condizione di forma, il vincitore uscente della Clásica San Sebastián Bauke Mollema (Trek-Segafredo), il vincitore del Giro dell’Emilia ovvero un altro colombiano in ascesa quale è Esteban Chaves (Orica – Bike Exchange), Simon Geschke, Warren Barguil e a sorpresa Tom Dumoulin (Giant Alpecin) che sostituisce il compagno di squadra Martijn Tusveld. E poi ancora in ordine sparso Steven Cummings, Edvald Boasson Hagen,  Daniel Teklehaimanot (Team Dimension Data), il secondo classificato alla Tre Valli Varesine Diego Ulissi (Lampre Merida), i fratelli Adam e Simon Yates (Orica Bike-Exchange), Jarlisnson Pantano (IAM Cycling), Giovanni Visconti (Movistar), Gianluca Brambilla , Zdenek Stybar e Julian Alaphilippe (Etixx – Quick Step), Enrico Battaglin (LottoNL-Jumbo) e il tre volte vincitore de Il Lombardia, Damiano Cunego (Nippo-Vini Fantini).
Curiosità finale: la Classica delle Foglie Morte segnerà l’addio alle corse non solo per Purito Rodriguez ma anche per Oliver Zaugg. Il corridore attualmente in forza alla IAM Cycling (la squadra svizzera chiuderà anch’essa i battenti a fine anno), già vincitore de Il Lombardia nel 2011, ha dichiarato di provare da sempre un forte legame con questa gara, e non poteva esserci competizione migliore – asserisce il corridore elvetico – per poter chiudere in bellezza, magari vincendola, la carriera da corridore.

Leggi anche:  SKY o TV8? Dove vedere Roma Young Boys in tv e in streaming, Europa League

Dove e quando vedere Il Lombardia 2016

Appuntamento allora sabato 1 ottobre: Il Lombardia sarà in diretta in chiaro su Rai 3 dalle ore 15.15, con una anteprima su Rai Sport dalle 14.30 e su Eurosport a partire dalle 16. Streaming su raiplay.it e eurosport.it.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: