Mercoledì iniziano gli Europei di ciclismo. Per la prima volta nella storia partecipano i professionisti

Pubblicato il autore: Maurizio Ribechini Segui
ciclismoPrenderà il via questo mercoledì 14 settembre la 22a edizione dei Campionati Europei di ciclismo su strada, che per la prima volta nella storia saranno aperti anche ai professionisti uomini e donne.

Guardando a un po’ di storia osserviamo che la prima edizione degli Europei di ciclismo su strada si è svolta nel 1995 con le prove in linea dedicate ai dilettanti, poi nel 1997 furono introdotte le prove a cronometro. Fino al 2004 gareggiava solamente la categoria Under-23. Nel 2005 entrano a far parte del programma le gare per la categoria Junior (età inferiore ai 19 anni) e appunto da questo 2016 le gare sono aperte anche alla categoria Elite uomini e donne. Oltre alla medaglia d’oro, al vincitore degli Europei è assegnata una maglia, da indossare per tutta la stagione, di colore blu con una fila di stelle gialle, che richiama la bandiera dell’Unione Europea.

Questa edizione si terrà in Francia e precisamente nella piccola località di Plumelec, un paese di meno di 3000 abitanti in Bretagna, che nei mesi scorsi ha rilevato come località organizzatrice degli Europei la città di Nizza, che ha abdicato dopo l’attentato del 14 luglio scorso. Le gare si svolgeranno a partire da questo mercoledì 14 settembre fino a domenica 18, ricalcando un po’ il modello organizzativo tipico del Mondiale. Ecco di seguito l’elenco delle corse delle varie categorie.

Mercoledì 14 settembre
09:30 Cronometro femminile juniores 12,9 km
12:00 Cronometro maschile juniores 25.0 km
14:30 Cronometro under 23 maschile 25,0 km

Giovedì 15 settembre
10:30 Cronometro femminile elite 25.0 km
14:00 Cronometro maschile elite 44.0 km

Venerdì 16 settembre
10:00 Prova in linea juniores femminile 69,5 km
13:30 Prova in linea juniores maschile 125,1 km

Sabato 17 settembre
09:00 Prova in linea under 23 maschile 152,9 km
14:00 Prova in linea elite femminile 111,2 km

Domenica 18 settembre
10:30 Prova in linea elite maschile 236,3 km

Grande attenzione va ovviamente alla gara di domenica dei professionisti che appunto, per la prima volta nella storia, si giocheranno il titolo europeo. Il CT della nazionale italiana Davide Cassani ha annunciato dieci nomi, che saranno poi ridotti a nove alla vigilia della prova in linea. Si tratta di: Fabio Aru (Astana), Sonny Colbrelli (Bardiani-CSF), Valerio Conti (Lampre Merida), Fabio Felline (Trek-Segafredo), Davide Formolo (Cannondale-Drapac), Enrico Gasparotto (Wanty-Groupe Gobert), Gianni Moscon (Team Sky), Moreno Moser (Cannondale-Drapac), Diego Ulissi (Lampre-Merida) e Giovanni Visconti (Movistar). Inoltre Moreno Moser e Fabio Felline disputeranno anche la prova a cronometro. Fra gli avversari più temibili per gli azzurri in questi Europei, assenti i corridori britannici, spiccano i nomi dello slovacco Peter Sagan, dell’irlandese Daniel Martin, del ceco Roman Kreuziger, oltre a tanti altri competitors belgi, olandesi, tedeschi e francesi. Ci sono ovviamente molte assenze degli atleti impegnati nella Vuelta di Spagna fino a ieri, così come mancheranno anche diversi ciclisti impegnati in queste settimane fuori dal continente europeo, anche in preparazione verso i Campionati del Mondo che si svolgeranno a Doha in Qatar dal 9 al 16 ottobre.

Molto quotata in questi Europei sarà anche la squadra femminile italiana, che sarà composta da Elisa Longo Borghini, reduce dal bronzo olimpico a Rio, dalla campionessa italiana in carica da tre stagioni consecutive Elena Cecchini, dalle ex campionesse del mondo Giorgia Bronzini e Tatiana Guderzo, da Alice Arzuffi, Sofia Bertizzolo, Soraya Paladin e Anna Zita Stricker; la cui prova in linea si svolgerà sabato pomeriggio. Nella cronometro correranno la Bertizzolo e la Longo Borghini.

  •   
  •  
  •  
  •