Prosecco Cycling: il via dal 2 ottobre

Pubblicato il autore: Gianluca_Rizzo Segui

Prosecco Cycling. A Valdobbiadene si chiude in bellezza ACSI Ciclismo chiude il Campionato Nazionale granfondo-mediofondo Domenica 2 ottobre a Valdobbiadene (TV) si disputa la GF Prosecco Cycling Tante novità per l’ultima perla stagionale di ACSI Ciclismo Anche la nuova Miss Italia Rachele Risaliti presente all’evento

gf_squali

Prosecco Cycling. ACSI chiuderà in bellezza l’annata granfondistica del proprio Campionato Nazionale con la tredicesima edizione della Granfondo Prosecco Cycling di Valdobbiadene (TV), terra di uno dei vini nostrani più esportati all’estero. Un’edizione spettacolare e “per tutti” quella in programma domenica prossima, 2 ottobre, caratterizzata da un percorso unico di 95 chilometri e 1600 metri di dislivello già collaudato nelle passate edizioni della manifestazione ciclistica trevigiana. Dopo la partenza da Valdobbiadene, la Prosecco Cycling toccherà Combai e Follina per dirigersi verso Tarzo, con una puntata sino quasi a Vittorio Veneto, attraversando Cozzuolo. Da qui proseguirà verso San Pietro di Feletto, Conegliano e Collalto, mentre nella seconda parte il tracciato andrà in direzione di Guia e Follo, attraversando i vigneti del Cartizze per tornare nuovamente a Valdobbiadene. Passaggi mozzafiato, nel cuore delle colline del Prosecco, all’interno di uno scenario che non presenta particolari asperità e che dunque potrà essere completato anche dai cicloamatori meno esperti, senza contare che la competizione è ‘coperta’ interamente da ACSI Ciclismo, ciò significa consolidata garanzia di sicurezza. Suggestivo il passaggio sul Muro di Ca’ del Poggio, a San Pietro di Feletto, dove i ciclisti troveranno un ristoro speciale a base di Prosecco e scampi che delizierà anche i palati più esigenti. ACSI e la Prosecco Cycling si fanno inoltre fautori di un nuovo concetto, quello di premiare l’unione ciclistica e dunque le squadre che meglio avranno saputo competere nel corso della gara. L’obiettivo non sarà quello di andare più veloce possibile, la classifica infatti celebrerà anche il team più affiatato considerando il numero di ciclisti che ogni singola squadra riuscirà a portare al traguardo nel lasso di tempo di trenta secondi. Verranno premiate le prime cinque squadre in graduatoria ed il team vincitore della Prosecco Cycling 2016 riceverà un trofeo e una fornitura di 60 bottiglie di Prosecco, mentre le altre quattro squadre riceveranno, nell’ordine, 54, 48, 36 e 24 bottiglie.
Ciò non leverà nulla al contorno agonistico della sfida, con tre tratti cronometrati a determinare un’ulteriore classifica tenendo conto delle categorie d’età previste da ACSI Ciclismo. I tratti cronometrati sono previsti al chilometro 52, sul Muro di Ca’ del Poggio (850 metri, pendenza media 13,4%, pendenza massima 18%); al chilometro 60, in Via dei Colli (650 metri, pendenza media 11,4%, pendenza massima 16%); al chilometro 67, a Collalto (1850 metri, pendenza media 6,8%, pendenza massima 14%). Un evento con intenti rivoluzionari, un agonismo di qualità, privo di esasperazioni ed a ‘vocazione internazionale’, capace di accaparrarsi anche un folto numero di concorrenti stranieri, in primis provenienti da Gran Bretagna e Russia.
Alla Prosecco Cycling saranno “tutti vincitori”, senza contare il tocco rosa che non guasta mai dato alla competizione, con Miss Italia 2016 Rachele Risaliti a fare la madrina della tredicesima edizione, presente in Piazza Marconi a Valdobbiadene prima dello start ed in zona d’arrivo, dove sarà disponibile per scattare qualche foto con i partecipanti, poiché il Campionato Nazionale ACSI non poteva che concludere così le proprie fatiche sui pedali, in bellezza.

  •   
  •  
  •  
  •