Giro d’Italia 2017: ufficializzato il logo, ecco tutte le novità

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Giro d'Italia 2017

L’edizione del Giro d’Italia del 2017 ha un sapore particolare. Si tratta infatti dell’edizione numero 100. Per celebrare al meglio la manifestazione è stato creato un logo che accompagnerà la corsa rosa per tutta la manifestazione. Il simbolo scelto, il Trofeo Senza Fine, si fonde con il corridore ricreandone graficamente la struttura. L’infinito, rappresentato simbolicamente, va a formare le ruote della bicicletta. Il logo nasce dalla strategia marketing del Giro d’Italia e Rcs Sport, con la collaborazione dell’agenzia zampe diverse. Roberto Salamini, responsabile marketing e comunicazione di Rcs Sport ha spiegato la scelta: “Per la centesima edizione del Giro d’Italia abbiamo studiato una nuova strategia di marketing ad hoc. Con la presentazione del nuovo logo inaugureremo le celebrazioni della Corsa Rosa 2017. Amore Infinito, il nuovo claim che guiderà le nostre iniziative di marketing e comunicazione da oggi in poi, rimarrà in lingua italiana anche in ambito internazionale per sottolineare il cuore Made in Italy dell’evento”.

infinito

Le novità sul Giro

La certezza del Giro d’Italia 2017 è rappresentata proprio dalla sua partenza in Sardegna, terra natia del ciclista Fabio Aru. Nell’isola sono previste tre tappe. Il 25 ottobre, giorno dell’ufficializzazione del percorso, verranno rese note le tappe mancanti. Secondo numerose indiscrezioni. Il Giro sbarcherà anche in Calabria, dopo le due tappe in Sicilia. In Calabria è prevista una sola tappa per poi approdare direttamente in Puglia, da cui si taglierà verso il Lazio facendo la tappa sulla salita del Monte Terminillo concludendo così la prima parte del Giro del Centenario. La seconda parte del giro si pensa sia caratterizzata da una tappa in Toscana, passando per le Marche e giungendo in Emilia Romagna dove verrà festeggiato il tricolore italiano. Infatti, Reggio Emilia vide nascere proprio il 7 gennaio 1797 la futura bandiera d’Italia.
L’ultima parte del Giro farà invece tappa nel Nord Italia, passando per la Liguria, il Piemonte, la Lombardia, il Trentino, il Friuli e il Veneto con un passaggio sullo Stelvio, Mortirolo, Monte Grappa versante di Seren per poi giungere a Milano. In Lombardia verrà ripercorso parte del percorso previsto durante il Giro di Lombardia. Per il gran finale, pare sia tramontata definitivamente, l’ipotesi dell’arrivo a Roma. Saranno invece, Milano e Venezia a giocarsi la tappa finale, anche se al momento la città di Milano è in vantaggio. Tutti i dubbi sul percorso e le varie tappe, saranno comunque sciolti, in maniera definitiva nella giornata del 25 ottobre, quando il Giro d’Italia verrà ufficializzato e il programma completo reso noto. La centesima edizione della manifestazione sarà sicuramente straordinaria ed emozionante. Il pubblico italiano e non solo, saranno pronti a tifare per i propri beniamini, ma soprattutto gli occhi puntati saranno verso il duo Nibali-Aru. Infatti, Vincenzo Nibali e Fabio Aru, da compagni di squadra in Astana, si ritroveranno per la prima volta al Giro da rivali, pronti a darsi battaglia. Fabio Aru rimasto in Astana, gioca in casa, percorrendo le prime tappe proprio nella sua terra, Vincenzo Nibali invece, ha lasciato l’Astana per approdare al team Bahrain Merida che ha ingaggiato anche il fratello Antonio Nibali.

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •