Mondiali Ciclismo 2016 Cronometro pro: Tony Martin torna Re in Qatar

Pubblicato il autore: Mattia Emili Segui

mondiali ciclismo 2016 cronometroMONDIALI CICLISMO 2016 CRONOMETRO MASCHIILE PRO, IL TEDESCO TONY MARTIN CONQUISTA IL QUARTO ORO DELLA CARRIERA NELLA PROVA CONTRO IL TEMPO- Il 31enne tedesco Tony Martin vince la medaglia d’oro nella prova a cronometro per i professionisti, conquistando il quarto successo in carriera in questa speciale competizione. In Qatar, sul percorso ideato sull’isola artificiale “The Pearl”, Martin ha battuto nell’ordine il bielorusso Vasil Kiryienka (iridato nel 2015) e lo spagnolo Jonathan Castroviejo (campione europeo in carica), rispettivamente argento e bronzo sul podio di Doha. Il tempo con cui il ciclista teutonico ha trionfato è stato di 44’42”99, con una velocità media di 53,671 km/h: nessun altro è riuscito a scendere sotto il tetto dei 45 minuti. Martin ha staccato Kiryienka di oltre 45 secondi e di ben oltre il minuto Castroviejo, terzo al traguardo, eguagliando lo svizzero Fabian Cancellara nell’albo d’oro iridato nella specialità. Per quanto riguarda gli altri, uno dei favoriti come l’olandese Tom Dumoulin ha terminato la sua prova all’undicesimo posto, mentre la nostra speranza azzurra Manuel Quinziato (campione italiano) si è classificato al ventiduesimo posto a circa 2 minuti e mezzo dal primo. Per il corridore della Etixx-Quick Step si tratta del secondo alloro mondiale in pochi giorni, visto che aveva già trionfato domenica scorsa nella crono a squadre.

MONDIALI CICLISMO 2016 CRONO PROFESSIONISTI, IL RACCONTO DELLA GARA- Sul percorso creato ad hoc, ricavato dalle strade sul Golfo artificiale di The Pearl, i ciclisti si sono sfidati nei 40 chilometri previsti, in un itinerario pianeggiante ma insidioso, a causa del vento e di alcune curve a 90 gradi. La partenza, dal circuito motoristico di Losail, ha visto coinvolti 70 corridori, l’ultimo dei quali è stato il campione mondiale uscente Kiryienka. Tony Martin, lanciatosi come quart’ultimo dell’ordine, al primo intertempo è già davanti a tutti con l’ottimo parziale di 16 minuti e 5 secondi. già 7”60 meglio del leaderman Mullen. Uno dei favoriti, Tom Dumoulin, nel frattempo parte penultimo e nella prima rilevazione cronometrica fa segnare già un ritardo di 21”40 sul tedesco, che intanto viaggia con un abbondante vantaggio di 34” sul miglior tempo di Mullen. Martin è l’unico poi a scendere sotto i 30′ al penultimo intermedio (lo farà poi anche Kiryienka, ma lontano dal vincitore) e conclude in scioltezza con 44’42”99. Termina male la prova Dumoulin (solo 11°), mentre il bielorusso si piazza secondo alle spalle di Tony Martin.

MONDIALI CICLISMO CRONOMETRO UOMINI, QATAR 2016: LE PAROLE DEL VINCITORE ALL’ARRIVO-Non ci posso credere-esordisce Martin– è una sensazione stupenda. Già domenica, nella cronosquadre, mi sentivo in forma ed ero molto fiducioso per la gara odierna: questa vittoria mi fa dimenticare tutti gli insuccessi di quest’anno. Il percorso era adatto alle mie caratteristiche, temevo solamente il caldo; sono felice di poter indossare di nuovo la maglia iridata“. Il corridore della Etixx-Quick Step, che l’anno prossimo passerà con la Katusha, parla dei suoi successi e della sensazioni che ha provato mentre pedalava: “Una volta abituatomi al clima, le cose sono andate per il meglio, non ero il favorito ma fin dall’inizio mi sono divertito a pedalare e sono conscio di aver fatto un ottima gara. Il quarto titolo? Non mi interessa contare le vittorie, io voglio vincere sempre“.

MONDIALI CICLISMO CRONOMETRO PROFESSIONISTI 2016 QATAR, L’ORDINE D’ARRIVO:

  1. Tony Martin (Germania) 44’42”
  2. Vasil Kiryienka (Bielorussia) +46”
  3. Jonathan Castroviejo (Spagna) +1’11”
  4. Maciej Bodnar (Polonia) +1’17”
  5. Ryan Mullen (Irlanda) +1’22”
  6. Rohan Dennis (Australia) +1’28”
  7. Yves Lampaert (Belgio) +1’46”
  8. Jos Van Emden (Olanda) +1’46”
  9. Reto Hollenstein (Svizzera) + 1’52”
  10. Bob Jungels (Lussemburgo) +1’57”
  •   
  •  
  •  
  •