Mondiali Doha 2016, prova in linea U23: Halvorsen brucia tutti allo sprint

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui
Mondiali Doha

Lo sprint vincente di Kristoffer Halvorsen davanti ad Ackermann e Mareczko

È il norvegese Kristoffer Havolrsen a conquistare la medaglia d’oro nella prova in linea U23 di questi Mondiali Doha 2016. Vittoria giunta al termine di 165,7 km (13,7 km di lancio e poi 10 giri del circuito di Pearl Qatar, lungo 15,2 km) caratterizzati da un caldo asfissiante, con molti corridori costretti a mettere il piede a terra con largo anticipo, a causa dell’insorgere di crampi.

Fuga che parte subito, inizialmente formata da 4 uomini, Muller (Svizzera), Gomez (Colombia), Eenkhoorn (Olanda), Gebrezgabihier (Eritrea), sui quali si riportano in seguito Bico (Portogallo), O’Loughlin (Irlanda), Rajabikaboodcheshmeh (Iran), Uwizeye (Ruanda) e Daniel (USA). Si forma così un gruppetto di nove uomini tenuti sotto controllo dal plotone guidato in maniera magistrale dalla Norvegia, che non lascia mai andare oltre i 3’10” il distacco. Fuga ripresa quando mancano 10km alla conclusione, con i treni delle squadre favorite, vale a dire Germania, Norvegia, Francia ed Italia, priva di Filippo Ganna, ritiratosi a causa di una caduta nei primi chilometri, che iniziano così ad organizzarsi. Si va dunque all’inevitabile sprint, che parte quando mancano poche centinaia di metri, con Kristoffer Halvorsen (NOR) che finalizza al meglio il duro lavoro dei compagni, conquistando la maglia iridata davanti al tedesco Pascal Ackermann e al nostro Jakub Mareczko, pilotato in maniera eccezionale da Simone Consonni, lo scorso anno argento a Richmond.
“Speravo in uno sprint migliore ma sono contento di questa medaglia. Una grande emozione”, ha detto lo sprinter azzurro ma di origini polacche ai microfoni Rai al termine della gara.

Leggi anche:  Ciclomercato 2022, Ineos Grenadiers vuole Nibali? L'indiscrezione

“E’ stata una vittoria di squadra, sono molto contento”

“E’ stato uno sprint molto duro, ma la squadra ha fatto un lavoro fantastico ed io sono riuscito a prendere la ruota di Ackermann, è stato tutto perfetto. I miei compagni sono stati bravissimi, è stata una vittoria di squadra”, ha detto il vincitore Kritoffer Halvorsen, appena ventenne, in forza al Team Joker-Byggtorget.
“Sono molto contento, la corsa era stata perfetta per me. Era completamente pianeggiante, con molte curve, era un obiettivo importante della mia stagione. E’ incredibile, adesso il mio sogno è di vincere, un giorno, il Campionato del Mondo Elite”.

Guarda l’arrivo della prova in linea U23 dei Mondiali Doha 2016

Mondiali Doha 2016, prova in linea U23: ORDINE DI ARRIVO

Posizione Ordine di arrivo Tempo
1 Kristoffer Halvorsen (Norvegia) 3h40’53”
2 Pascal Ackermann (Germania)  st
3 Jakub Mareczko (Italia)  st
4 Phil Bauhaus (Germania)  st
5 Amund Grondahl Jansen (Norvegia)  st
6 Jason Lowndes (Australia)  st
7 Ivan Garcia Cortina (Spagna)  st
8 Aksel Nommela (Estonia)  st
9 Jonathan Dibben (Gran Bretagna)  st
10 Alan Banaszek (Polonia)  st
11 Mads Pedersen (Danimarca)  st
12 Alvaro Jose Hodeg Chagui (Colombia)  st
13 Erik Baska (Slovacchia)  st
14 Fabio Jakobsen (Olanda)  st
15 Cees Bol (Olanda)  st
16 Colin Joyce (USA)  st
17 Sebastian Molano (Colombia)  st
18 Dusan Rajovic (Serbia)  st
19 Hugo Hofstetter (Francia)  st
20 Merhawi Kudus Ghebremedhin (Eritrea)  st
21 Cesar Martingil (Portogallo)  st
22 Lukas Spengler (Svizzera)  st
23 Mohammad Ganjkhanlou (Iran)  st
24 Marco Mathis (Germania)  st
25 Yevgeniy Gidich (Kazakistan)  st
26 El Mehdi Chokri (Marocco)  st
27 Ivo Emanuel Oliveira (Portogallo)  st
28 Hayden McCormick (Nuova Zelanda)  st
29 Riccardo Minali (Italia)  st
30 Daniel Auer (Austria)  st
  •   
  •  
  •  
  •