Premio Vincenzo Torriani per Vincenzo Nibali

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Vincenzo Nibali

A Vincenzo Nibali è stato consegnato prima del Giro di Lombardia, il Premio Internazionale Vincenzo Torriani “per chi ama il ciclismo e lo fa vivere”. Il premio giunto alla sua 19sima edizione a Como, alla Canottieri Lario, è una statuetta in bronzo che raffigura, in maniera stilizzata, un corridore. È realizzata dallo scultore Domenico Greco. Alla celebrazione della premiazione, hanno partecipato anche Ercole Baldini che nel 1958 si era aggiudicato il Giro d’Italia. Il pubblico presente ha potuto ammirare anche la bici del record dell’ora di Fausto Coppi, stabilito al Vigorelli nel 1942, concessa dal Museo del Ghisallo.
Vincenzo Nibali si è espresso anche sulla sua esperienza appena conclusa all’Astana: “Nella mia nuova esperienza, mi porto dietro un’esperienza sicuramente positiva. Le vittorie nei grandi Giri e in altre gare di un giorno, dimostrano che abbiamo lavorato bene insieme”. Vincenzo Nibali non ha partecipato al Giro di Lombardia. Ricordiamo che era il vincitore uscente di questa manifestazione. Dopo aver ritirato il premio Torriani, lo Squalo dello Stretto è subito volato in Kazakistan dove prenderà parte al Tour of Almaty, ultimo impegno kazako con l’Astana, prima di iniziare la stagione con il nuovo team Bahrain-Merida.
Nonostante non abbia partecipato al giro di Lombardia, Nibali aveva visto come suo favorito Fabio Aru: “Spero che Fabio, mio compagno di squadra, possa fare una bella corsa. Ha tutto per poter vincere e io spero che possa succedermi in uno degli albi d’oro più preziosi del ciclismo mondiale”.
Intanto il ciclista ha riparlato anche dell’esperienza negativa ai giochi olimpici di Rio de Janeiro la scorsa estate: “A Rio non ci penso più. Piuttosto mi guardo e riguardo il successo del Lombardia. Quel giorno ho fatto davvero un gran bel numero: non so se quella è stata la vittoria più bella della mia carriera, ma certamente la considero una delle più spettacolari e prestigiose”.

Javi Moreno in squadra con Vincenzo Nibali
Lo Squalo dello Stretto è pronto ad abbandonare l’Astana. Il suo nuovo team la Baherin Merida lo accoglierà a braccia aperte per la prossima stagione. La nuova squadra sta prendendo corpo giorno dopo giorno. È delle ultime ore l’ingaggio di un altro ciclista, nello specifico lo spagnolo Javi Moreno che passa dalla Movistar alla Bahrein Merida. “Sono sempre stato motivato per il Giro d’Italia, perché il periodo in cui vado più forte è l’inizio di stagione, da gennaio fino a maggio. Quest’anno ho potuto correrlo per la prima volta, ma ho avuto un incidente e mi sono rotto la clavicola, così ora la mia motivazione è più alta possibile per il Giro d’Italia 2017”, ha dichiarato Moreno.
Oltre Moreno e Vincenzo Nibali, gli altri corridori appartenenti al Team Baherin Merida  attualmente sono: Giovanni Visconti, Manuele Boaro, Borut Bozic, Sonny Colbrelli, Luka Pibernik, Kanstantin Siutsou, Grega Bole e Heinrich Haussler, Chun Kai Feng, Enrico Gasparotto. Gasparotto e Nibali avevano già condiviso insieme diverse stagioni sia in Liquidas che in Astana. Gasparotto ha firmato un contratto biennale col Team Baherin Merida e sarà uno dei leader della squadra specialmente per le classiche del nord.
  •   
  •  
  •  
  •