Ciclismo, Coppa del Mondo Glasgow 2016, l’Italia sfiora il podio

Pubblicato il autore: Doro Thea Segui

Un inizio non particolarmente felice per l’Italia del ciclismo, impegnata nella Coppa del Mondo 2016 a Glasgow: in ben due discipline, infatti, gli azzurri non sono riusciti a centrare il podio, ma lo hanno comunque sfiorato una volta nel madison maschile e una nell’omnium femminile. Da segnalare, il buon quarto posto raggiunto da Simone Consonni e Francesco Lamon, raggiunto proprio alla fine. Italia che è riuscita a portarsi a quota 38 punti; punti che non sono bastati per raggiungere appunto il podio, rispettivamente occupato dai belgi Kenny De Ketele e Moreno De Pauw, con all’attivo 41 punti che hanno significato il bronzo. Chi si è aggiudicato le prime due posizioni, con tanto di oro e argento? Pimo posto per gli spagnoli  Sebastian Mora Vedri-Albert Torres Barcelo, con all’attivo ben 45 punti; gli australiani Cameron Meyer-Callum Scotson, invece, si sono aggiudicati la medaglia d’argento con 44 punti.

Leggi anche:  Fabio Aru, anche la Bardiani apre le porte al corridore

L’azzurra Simona Frapporti si è aggiudicata il quinto posto nell’omnium. Nella terza prova, un piccolo infortunio che ha sicuramente inciso sulla posizione finale. Nella corsa a punti, riguardante la quarta e ultima prova, la ciclista italiana aveva all’attivo 80 punti, trovandosi in ottava posizione. Gara conclusa con 113 punti, appena fuori dal podio. Seconda posizione e argento per la bielorussia Talsiana Sharakova, che si è fermata a quota 119 punti. La belga Lotte Kopecky ha conquistato  la seconda posizione, con 120 punti. La britannica Emily Jay si è aggiudicata l’oro: i suoi 121 punti hanno valso la prima posizione

Le azzurre Gloria Manzoni e Miriam Vece sono riuscite a posizionarsi come settime, nella velocità a squadre. Vittoria ottenuta dalla Spagna, con Calvo Barbero e Casas Roige, posizionatesi davanti alle cinesi  Han Jun-Liu Lili. Terzo posto per le russe Antonova e Kiseleva. Nello scratch, invece, interessante settimo posto anche per Maria Giulia Confalonieri. Il primo posto se lo è aggiudicato la francese Elise Delzenne; seconda posizione per la giapponese Minami Uwano, che si è meritata la medaglia d’argento. La russa Evgeniya Romanyuta ha conquistato una interessante terza posizione.

Leggi anche:  Nibali futuro commissario tecnico? Ecco la risposta del corridore

Fabio Aru
Nel maschile, assente il campione del mondo Filippo Ganna. Il ciclista è stato egregiamente sostituito da Davide Plebani, autore di un’ottima gara nonostante la sua diciassettesima posizione. Contro la Francia, da segnalare la vittoria nella gara di velocità a squadre da parte della Gran Bretagna, rispettivamente al primo e secondo posto. Il bronzo se lo è aggiudicato la Polonia: con il miglior tempo di qualificazione, infatti, i polacchi sono riusciti a superare sorprendentemente la Germania.

Questo il riassunto di ciò che è successo in quel di Glasgow nelle prime prove, nella terza e ultima gara valevole per la prima tappa della Coppa del Mondo di ciclismo. Da segnalare le non entusiasmanti prove dell’Italia che, comunque, avrà sicuramente modo e tempo di rifarsi, dato che la Coppa è appena all’inizio e che molte saranno le occasioni di rivalsa da parte della Nazionale italiana. Prossimo appuntamento previsto per il fine settimana in Olanda, più precisamente ad Apeldoor: in palio la seconda tappa della Coppa del Mondo di ciclismo, interessantissima competizione mondiale che da molti anni richiama a sé spettatori vicini e lontani.

Leggi anche:  Nibali futuro commissario tecnico? Ecco la risposta del corridore
  •   
  •  
  •  
  •