Ciclismo, Fabian Cancellara dice addio

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Cancellara

Fabian Cancellara dice addio al ciclismo e alle gare agonistiche. Diventato professionista nel 2001 con la Mapei, ha corso nel 2003 con la Fassa Bortolo e nel 2006 con la CSC. Nella sua carriera ha vinto tanto: tre vittorie al Giro delle Fiandre, tre alla Parigi Roubaix, la Milano Sanremo e quattro titoli mondiali a cronometro. Cancellara ha vinto anche tante tappe tra Tour, Vuelta, Svizzera e Tirreno. Una delle sue ultime imprese in carriera è l’oro olimpico a Rio nella cronometro bissando l’oro di otto anni prima conquistato a Pechino. Il campione ha saluto i propri tifosi proprio ieri sabato 12 novembre al velodromo di Gand, nella gara evento “Ciao Fabian”. All’evento hanno partecipato anche Franck Schleck, Filippo Pozzato, Bradley Wiggins e Sep Vanmarcke. Durante l’evento, Cancellara ha sfidato gli avversari e gli amici in gare ad inseguimento su una distanza di 2 km.

Fabian Cancellara, le toccanti parole

È un Cancellara emozionato, quello che dà l’addio al ciclismo e alle competizioni agonistiche: “È stato un piacere, ringrazio tutti per il sostegno avuto nel mondo intero durante questi ultimi sedici anni”. In un’intervista concessa a Cyclingnews ha affermato: “Le Olimpiadi sono state il culmine della mia carriera. Avrei voluto arrivare a Parigi nel mio ultimo Tour de France, sarebbe stato bellissimo. Ma la mia priorità era quella di prepararmi per le Olimpiadi. La sento ancora come una corsa speciale”.
Il suo futuro non lo si conosce ancora, ma molto presto ci sarà un incontro nella sede dell’Uci: ”Andrò nella sede dell’Uci, farò una chiacchierata, voglio vedere cosa c’è dietro all’Uci. Dobbiamo sostenere la Federazione ma anche guardare a ciò che siamo in grado di migliorare insieme”.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra