Fabio Aru, importanti novità per il suo futuro

Pubblicato il autore: Fabiola Granier
Fabio Aru, importanti novità per il suo futuro

Fabio Aru, importanti novità per il suo futuro

Quale sarà il futuro di Fabio Aru? Sono tanti gli appuntamenti messi in programma per il 2017: sicuramente presenti in calendario il Tour de France e la Liegi-Bastogne-Liegi, la Volta a la Comunitat Valenciana in Spagna per iniziare la stagione, l’Abu Dhabi Tour e la Tirreno-Adriatico. Importante sarà, naturalmente, il Giro d’Italia 2017. Sono questi quindi alcuni dei prossimi impegni del ciclista per una stagione ricca di lavoro, obiettivi e tanto sacrificio. Ecco quali sono state le sue dichiarazioni alla trasmissione Radiocorsa su Rai Sport.

Il 2017 di Fabio Aru

Fabio Aru è stato ospite della trasmissione Radiocorsa su Rai Sport: il ciclista dell’Astana ha voluto un po’ ripercorrere la stagione 2016 e successivamente elencato, anche se in continui aggiornamento, tutti gli appuntamenti a cui vuole partecipare l’anno prossimo: tra gli obiettivi per il 2017 Tour de France e Liegi-Bastogne-Liegi, con uno sguardo al Giro d’Italia. La preparazione inizierà il 22 Novembre, anche se Aru ha iniziato da qualche giorno con la mountain-bike: “Ho iniziato da un paio di settimane la preparazione. Palestra, camminate, un po’ di bici e la prossima settimana sarò in ritiro con l’Astana dal 22 Novembre. Verto su queste discipline per ora, anche se dal ritiro di dicembre utilizzerò maggiormente la bici da strada. Tornerò ancora sul Sestriere, sono molto legato a tutta la comunità e in questi ultimi anni ho conosciuto tanta gente e li ringrazio per l’affetto che mi hanno sempre dato”, ha dichiarato Fabio Aru.

Il 2016 è stato un anno pieno di alti e bassi per Fabio Aru, che fa un bilancio della stagione: “Quest’anno è stato un anno difficile per me, anche se ho imparato molto. Purtroppo ho commesso molti errori, ma l’importante è sempre rialzarsi. Al Tour de France, ad esempio, ho sbagliato i materiali come ruote e bici. Il Tour è una gara diversa: ci sono pressioni e viene messa in una parte di stagione un po’ particolare e stressante, ma nonostante ciò a me piace tanto la corsa. Alla penultima tappa ho capito cosa ho sbagliato e cercherò di non ripeterlo nel 2017″, ha continuato a Radio Corsa.

Nell’intervista su Rai Sport, inoltre, Fabio Aru ha chiarito i programmi futuri: “A Montecatini stilerò il mio calendario, anche se posso dire che tornerò al Tour de France, una gara che mi piace tanto. Il Giro d’Italia partirà dalla Sardegna, ad Alghero, ed è un grande stimolo per me. Sarò presente anche alla Liegi-Bastogne-Liegi. Parteciperò alla Pedalaru 2016 che si terrà il 18 Dicembre a Villacidro nel mio paese e tutto il ricavato verrà dato in beneficenza alle famiglie del terremoto”, ha continuato Fabio Aru.

Un pensiero e un commento naturalmente anche ai suoi ex compagni nel Team Astana, Diego Rosa e Vincenzo Nibali: il futuro ora li divide, ma rimane comunque un rapporto di amicizia, affetto e tanta stima reciproca: “La stima che c’è tra me Diego e Vincenzo Nibali è tanta. Loro hanno scelto di seguire un altro progetto per le prossime stagioni e io li auguro tutto il meglio e un grosso in bocca al lupo”, ha concluso Fabio Aru.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: