Ritorna dopo 40 anni il Giro di Sicilia

Pubblicato il autore: Francesco Ippolito

Strade-Bianche-2015-NIbali
PALERMO – A quarant’anni dalla scomparsa verrà organizzato nuovamente il Giro di Sicilia: la gara ciclistica è stata corsa nell’isola siciliana per un totale di venti edizioni dal 1907 al 1977. Da allora il Giro di Sicilia venne rimpiazzato dalla Settimana ciclistica internazionale, corsa anch’essa in Sicilia dal 1984 al 1994, fino a restare privo di competizioni ciclistiche (se non ovviamente per qualche tappa del Giro d’Italia).

L’idea di riorganizzare un giro esclusivamente siciliano è nata dall’assessore regionale al turismo, allo sport ed allo spettacolo Anthony Barbagallo ed è stata presentata in una conferenza stampa a Palermo.

Il prossimo 28 febbraio saranno svelate le sei frazioni che comporranno il giro: si correrà dal 7 al 15 ottobre 2017, ci sarà una tappa cronometro e due arrivi in salita. Inoltre la corsa passerà tra i siti Unesco e tra Gangi, Montalbano Elicona e Sambuca (valutati tra i borghi più belli d’Italia). Molto probabilmente il Grand Tour of Sicily (questo è il nome ufficiale) sarà inserito anche nel calendario internazionale, dunque ci sarà la partecipazione da parte dei corridori professionisti. Ma non solo, infatti ci sarà un’organizzazione per le donne (sempre di sei tappe) e due prove riservate ai semiprofessionisti (Gran Tour of Sicily Tourist Race) e a diversamente abili e affetti da diabete mellito di tipo 1 e 2 (Gran Tour of Sicily Paracycle e Diabetes Race). Il montepremi finale corrisponderà ad una cifra intorno ai 400mila euro.

Sostiene l’assessore Anthony Barbagallo: “Vogliamo riportare in Sicilia una delle manifestazioni internazionali più amate di ciclismo, con l’obiettivo di promuovere un viaggio culturale nella nostra isola, coniugando a livello mondiale sport, cultura, turismo e storia. Stiamo lavorando alla realizzazione di questo progetto in collaborazione con i dipartimenti sportivi del Regno Unito e della Corea. Siamo onorati per questa opportunità in cui la Sicilia può tornare ad essere protagonista nel mondo del ciclismo. Il Giro di Sicilia probabilmente si svolgerà dal 7 al 15 ottobre 2017, ma il calendario definitivo lo comunicheremo il 28 febbraio”.

A proposito di questa iniziativa si è espresso anche Giuseppe Ferrarello, sindaco di Gangi: “A febbraio saranno svelati i particolari del Giro di Sicilia che interesserà anche il nostro Comune – sostiene il sindaco di Gangi – Si tratta di un premio agli sforzi fatti dalla mia amministrazione nel rilancio del turismo e dell’immagine del nostro paese, un mio sentito ringraziamento all’assessore Barbagallo che da sempre sostiene il circuito dei Borghi più belli d’Italia”.

Alla conferenza stampa erano presenti Chung Su-Ri (responsabile internazionale), Guy Masterman (responsabile marketing) e James Hope-Gill (consulente tecnico): i tre sostengono il progetto del tour siciliano assieme a Richard Carbon (ex ministro britannico dello sport). Il Grand Tour of Sicily unirà la Gran Bretagna (ed in particolare Sheffield, capitale inglese dello sport) e la Corea del Sud: infatti su conferma dello stesso Chung Su-Ri, parteciperanno al giro anche squadre asiatiche.Sul tour siciliano si è espresso anche il presidente del CONI Giovanni Malagò: “Sono molto contento per questa iniziativa che mira a recuperare dopo tanti anni una manifestazione prestigiosa e importante grazie al coraggio e all’abnegazione degli organizzatori. Sono convinto che il Giro di Sicilia possa fare da traino non solo per il movimento ciclistico ma anche per quello turistico ed economico. Auspico che questo possa essere l’inizio di una nuova stagione di successi per il ciclismo siciliano“.


  •   
  •  
  •  
  •