Nibali-Aru, parla Massimo Zanetti

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Nibali-Aru

Nibali-Aru è la coppia che scoppia della passata stagione ciclistica. Infatti, Nibali ha deciso di lasciare l’Astana per legarsi contrattualmente al Team Bahrain Merida, mentre Fabio Aru proseguirà la sua avventura nell’Astana.
Nibali-Aru rappresenta anche il sogno proibito di Massimo Zanetti, imprenditore e patron della Segafredo. Alla Gazzetta dello Sport, Zanetti ha dichiarato: “Vincenzo Nibali speravo davvero che venisse con noi, avevamo un bel progetto italiano per lui. Ma a Zanetti ha preferito… il sultano. E non è che noi gli avremmo dato pochi soldi, anzi”.
Fallito l’assalto a Vincenzo Nibali, Zanetti ha un nuovo obiettivo: Fabio Aru: “Vorrei che fosse il dopo Contador, Alberto vorrebbe chiudere nel 2018 e Fabio Aru mi piace, è un italiano vincente, di successo. Ci spero”.

 

Nibali-Aru, senza dimenticare Contador

 

Leggi anche:  Froome al Tour? Cresce l'ottimismo, ma non sarà il leader. Le dichiarazioni

Nibali-Aru sarebbe il binomio perfetto che Zanetti avrebbe voluto nel team, ma ovviamente l’imprenditore non dimentica Contador, per il quale riserva lodevoli parole: “Alberto Contador, appartiene alla categoria dei campioni alla Senna. Come Senna, Contador è una persona modestai veri campioni sono così. È persona semplice e tranquilla. Aiuta gli altri, aiuta i giovani a fare sport con la sua Fondazione. Senna mi chiese di aiutare i bambini di strada brasiliani, e io ho creato una Fondazione apposta. Contador correrà il Tour e non il Giro”.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •