Tirreno Adriatico 2017, tappe ed altimetrie della Corsa dei Due Mari!

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui

Tirreno Adriatico 2017

È stata presentata oggi l’edizione numero 52 della Tirreno-Adriatico, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport, in programma dall’8 al 14 marzo. Il percorso, come ribadito dal direttore di corsa Stefano Allocchio, sarà sula falsa riga di quelli proposti negli ultimi anni, con le cronometro iniziali e finali, due tappe dedicate ai velocisti, due per finisseur e con l’arrivo in salita che quest’anno torna in cima al Terminillo, dove vinse nel 2015 Quintana assicurandosi la conquista della classifica finale.

Tirreno Adriatico 2017, il percorso

Tappa 1: Lido di Camaiore-Lido di Camaiore (22,7 km)

Si inizia con la cronosquadre del Lido di Camaiore, che ospiterà il via della corsa fino al 2020. Si tratta di una tappa piatta e velocissima, con praticamente solo quattro curve . Ad imporsi lo scorso anno furono gli specialisti della BMC Racing Team.

Tirreno Adriatico 2017

Tappa 1: Lido di Camaiore-Lido di Camaiore (22,7 km)

Tappa 2: Camaiore-Pomarance (228 km)

Il giorno seguente ecco la Camaiore-Pomarance, con quattro salite lungo il percorso di cui l’ultima si adatta particolarmente ai finisseur. Lo scorso anno, proprio sullo stesso traguardo, Zdenek Stybar trovò l’acuto vincente anticipando il Campione del Mondo Peter Sagan e Edvald Boasson Hagen.

Tirreno Adriatico 2017

Tappa 2: Camaiore-Pomarance (228 km)

Tappa 3: Monterotondo Marittimo-Montalto di Castro (204 km)

La terza frazione, da Monterotondo Marittimo, sarà molto veloce nella prima e nell’ultima parte, con alcune salite intermedie che non dovrebbero impedire il finale in volata a Montalto di Castro. Non più tardi di nove mesi fa sullo stesso arrivo vinse il colombiano Fernando Gaviria, mettendo in mostra fin da subito tutto il suo talento.

Tirreno Adriatico 2017

Tappa 3: Monterotondo Marittimo-Montalto di Castro (204 km)

Tappa 4: Montalto di Castro-Terminillo (171 km)

Il giorno seguente, sabato 11 marzo, si riparte da Montalto di Castro per la tappa regina. In programma ci sono due GPM intermedi che precedono l’arrivo in salita al Terminillo (16 km con pendenza media del 7,3% e massima del 12%). Due anni fa Nairo Quinatana, sotto una bufera di neve, si prese tappa e maglia.

Tirreno Adriatico 2017

Tappa 4: Montalto di Castro-Terminillo (171 km)

Tappa 5: Rieti-Fermo (209 km)

Domenica andrà invece in scena la Tappa dei Muri. Si percorre la Salaria nella prima parte, per poi attraversare le zone devastate dai due recenti terremoti di agosto e ottobre. Giunti nel Fermano si affronta un circuito caratterizzato da alcuni muri della zona con pendenze sempre in doppia cifra per concludersi nel centro storico di Fermo.

Tirreno Adriatico 2017

Tappa 5: Rieti-Fermo (209 km)

Tappa 6: Ascoli Piceno-Civitanova Marche (168 km)

L’ultima tappa in linea sarà leggermente mossa, ma a giocarsi la vittoria con molta probabilità saranno le ruote veloci del gruppo. Partenza da Ascoli Piceno e traguardo posto sul rettilineo di oltre un chilometro del lungomare di Civitanova Marche, dopo aver attraversato il Maceratese.

Tirreno Adriatico 2017

Tappa 6: Ascoli Piceno-Civitanova Marche (168 km)

Tappa 7: San Benedetto del Tronto-San Benedetto del Tronto (10,1 km)

La tappa conclusiva sarà la classica cronometro individuale di San Benedetto del Tronto, che lo scorso anno regalò un finale thrilling con Greg Van Avermaet che conservò il primato nella generale per un solo secondo da Peter Sagan.

Tirreno Adriatico 2017

Tappa 7: San Benedetto del Tronto-San Benedetto del Tronto (10,1 km)

Alla Presentazione della Tirreno Adriatico 2017, oltre ai rappresentanti delle Istituzioni, dei comitati di tappa, degli sponsor e dei media erano presenti anche Paolo Bettini, ex Campione del Mondo e Campione Olimpico e Daniele Bennati – corridore del Movistar Team – che quest’anno correrà per la dodicesima volta in carriera la Corsa dei Due Mari.

 

  •   
  •  
  •  
  •