Ciclismo, Dubai Tour 2017: prima tappa a Kittel, domani ancora volata?

Pubblicato il autore: romolo simonicca Segui

Marcel Kittel vince la prima tappa del Dubai Tour 2017 

Il tedesco Marcel Kittel ha vinto in volata la prima tappa del Dubai Tour 2017. Il velocista della Etixx-Quik Step ha regolato allo sprint Dylan Groenewegen e  Mark Cavendish, finalizzando al meglio il lavoro della sua squadra. Tra gli italiani da segnalare il quinto posto di Sacha Modolo e il sesto di Elia Viviani, vincitore nella tappa inaugurale del Dubai Tour nelle ultime due stagioni. Sfortunato invece l’altro italiano Sonny Colbrelli, vittima di una caduta a tre chilometri dal traguardo per fortuna senza conseguenze, ma che lo ha tagliato fuori dalla volata finale. Kittel, alla sesta vittoria in carriera al Dubai Tour, ha trionfato per la prima volta utilizzando una bicicletta con i freni a disco.

LA TAPPA – I 181 chilometri, con partenza e arrivo a Dubai sono stati caratterizzati dalla lunga fuga a 4 di Boem (Bardiani-Csf), Matteo Bono (UAE Abu Dhabi), Silvan Dillier (Bmc), Daniel Pearson (Aqua Blue Sport) e Thomas Stewart (One Pro Cycling). Il gruppo, tirato dalle squadre dei velocisti, ha ripreso i fuggitivi a circa 10 chilometri dal traguardo. Con il gruppo compatto hanno iniziato a formarsi i treni a supporto delle ruote veloci, con la Etixx a farla da padrone. Gli ultimi 250 metri sono un assolo di Kittel che regola senza troppi problemi i rivali e vince agevolmente la prima tappa del Dubai Tour 2017. Grazie alla vittoria odierna, il ventottenne tedesco diventa anche il primo leader della classifica generale.

ORDINE D’ARRIVO TAPPA 1 DUBAI TOUR 2017

1. Marcel Kittel (Etixx-Quik Step)
2. Dylan Groenewegen (Lotto)
3. Mark Cavendish (Dimension Data)
4.  John Degenkolb (Trek-Segafredo)
5. Sacha Modolo (UAE Abu Dhabi)
6. Elia Viviani (Sky)
7. Jean-Pierre Drucker (BMC Racing)
8. Simone Consonni (UAE Abu Dhabi)
9. Steele Von Hoff (ONE Pro Cycling)
10. Adam Blythe (Aqua Blue Sport)

Dubai Tour 2017: percorso, orari e favoriti della seconda tappa

Giunto alla sua quarta edizione, il Dubai Tour è dagli albori terra di conquista per i velocisti. Ed infatti la corsa mediorientale organizzata da RCS Sport, attira ogni anno i più forti sprinter sul panorama ciclistico internazionale. Per cui, anche domani vedremo presumibilmente uno spettacolare arrivo in volata, dato che i 188 chilometri che dividono Dubai da Ras al Khaimah sono completamente pianeggianti. Dati i grandi nomi a caccia di vittorie, le possibilità che arrivi una fuga da lontano sono piuttosto basse. Tra i favoriti oltre ai soliti Kittel e Cavendish, menzioniamo i nostri Viviani, Modolo e Colbrelli, il tedesco della Trek-Segafredo John Dangenkolb, l’olandese della Lotto Jombo Groenewegen. Tra gli outsider, da non sottovalutare il giovanissimo Jacub Mareczko, nato in Polonia, ma di nazionalità italiana. Nel difficile caso in cui non si dovesse arrivare in volata, occhio allo scattista francese Julian Alaphilippe.

Probabilmente il Dubai Tour 2017 si deciderà nella quarta tappa, con partenza da Dubai ed arrivo ad Hatta Dam, dove è posto l’unico strappetto dell’intera corsa mediorientale. Nonostante le pendenze elevate, si tratta di una salita di soli 300 metri che i velocisti in forma possono saltare di slancio. Qui, l’anno scorso vinse Juan Josè Lobato, corridore da corse di un giorno, che con un colpo da finisseur riuscì ad anticipare i velocisti proprio sullo strappetto finale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Giro di Svizzera 2021, streaming e diretta tv in chiaro?