E3 Harelbeke 2017: dove vederla, percorso e favoriti

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui

E3 Harelbeke 2017Dopo la Dwars door Vlaanderen, ecco che arriva il turno della E3 Harelbeke 2017, la classica del pavè giunta ormai alla sua 60^ edizione ed entrata a far parte del calendario World Tour nel 2012. Come da tradizione, si disputa in corrispondenza dell’ultimo venerdì di marzo e precede di 8 giorni la Ronde van Vlaanderen, con cui condivide parte del percorso a tal punto da essere anche chiamata Piccolo Giro delle Fiandre.
Lo scorso anno ad imporsi in volata fu Michal Kwiatkowski, davanti a Peter Sagan e Ian Stannard, mentre il record di vittorie spetta a Tom Boonen con 5 centri totali.

E3 Harelbeke 2017, IL PERCORSO

Come detto, la corsa ricorda parzialmente il Giro delle Fiandre sia per la sua fisionomia sia per le difficoltà affrontate, rappresentate da 15 muri e 5 settori in pavè.
La partenza è fissata ad Harelbeke dove si tornerà dopo aver percorso 206.1 km. Prima parte di gara abbastanza tranquilla, nella quale vengono affrontati il primo settore in pavè di Beaucarnestraat (1200 m) dopo 28.8 km dal via, quindi il Kattenberg (600 m , pendenza media 6.7%, max 8%), i 1500 m acciottolati di Holleweg e i 2400 m di Paddestraat, dopo 42.3 km. La successiva difficoltà viene quindi incontrata al km 93.3 ed è rappresentata dalla cote di La Houppe (3440 m, pendenza media 3.32%, max 10%), a cui seguono, nel giro di 20 km, l’Oude Kruisberg (800 m, pendenza media 4.8%, max 9%), il Knokteberg (1530 m, pendenza media 5.3%, max 9%) e l’Hotondberg (1200 m, pendenza media 4%, max 8%). In realtà poi ci saranno poche possibilità per rifiatare, poiché i corridori dovranno superare il Kortekeer (1000 m, pendenza media 6.4%, max 17%), il Taaienberg (650 m, pendenza media 9.5%, max 18%), il Boigneberg (2180 m, pendenza media 5.8%, max 15%), l’Eikenberg (1200 m, pendenza media 5.5%, max 11%) e lo Stationeberg (460 m, pendenza media 3.2%, max 5.7%), subito seguito dai 2400 m in pavè di Mariaborrestraat.
Poi sarà la volta dell’undicesimo muro di giornata, quello di Kapelberg (900 m, pendenza media 4%, max 7%), che anticipa il trittico forse decisivo formato da Paterberg (700 m, pendenza media 12%, max 20%), l’Oude Kwaremont (2200 m, pendenza media 4.2%, max 11%) e Karnemelkbeekstraat (1530 m, pendenza media 4.9%, max 7.3%), prima dell’ultimo tratto in pavè e dell’ultima cote previsti, vale a dire Varentstraat (2000 m) ed il Tiegemberg (1000 m, pendenza media 6.5%, max 9%), quando mancheranno ormai meno di 20 km all’arrivo.

Leggi anche:  Sky o Rai 1? Dove vedere Inghilterra Scozia Euro2020 in tv e streaming

E3 Harelbeke 2017, le cote

  1. Kattenberg, 30.1 km, asfalto
  2. La Houppe, 94.9 km, asfalto
  3. Oude Kruisberg, 110.3 km, pavè
  4. Knokteberg, 119 km, asfalto
  5. Hotondberg, 122 km, asfalto
  6. Kortekeer, 129.4 km, asfalto
  7. Taaienberg, 134 km, pavè
  8. Boigneberg, 141.2 km, asfalto
  9. Eikenberg, 145.4 km, pavè
  10. Stationberg, 150 km, pavè
  11. Kapelberg, 160.2 km, asfalto
  12. Paterberg, 164.8 km, pavè
  13. Oude Kwaremont, 168.5 km, pavè
  14. Karnemelkbeekstraat, 176.8 km, asfalto
  15. Tiegemberg, 187.5 km, asfalto

E3 Harelbeke 2017, i settori in pavè

  1. Beaucarnestraat, 28.8 km
  2. Holleweg, 30.8 km
  3. Paddestraat, 42.3 km
  4. Mariaborrestraat, 150.2 km
  5. Varentstraat, 182.6 km

E3 Harelbeke 2017, I FAVORITI

Percorso molto esigente, che servirà ai corridori come test decisivo per capire quali saranno i reali obiettivi domenica prossima al Giro delle Fiandre. Come sempre quando si sfidano su questo genere di percorso, occhi puntati sul campione del mondo Peter Sagan (Bora Hansgrohe) e il campione olimpico Greg Van Avermaet (BMC Racing Team). Tra loro potrebbero però inserirsi quelli della QuickStep Floors con Tom Boonen, Zdenek Stybar, Niki Terprstra e Philippe Gilbert (in gran forma alla Dwars door Vlanderen), Tiesj Benoit, Jens Debusschere e Jurgen Roelandts della Lotto Soudal, Luke Rowe e Ian Stannard del Team Sky, Sep Vanmarcke (Cannondale Drapac), Alexander Kristoff (Katusha Alpecin), Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), Lars Boom (Lotto NL Jumbo), Jasper Stuyven e John Degenkolb (Trek Segafredo). Tra gli outsider saranno da tenere in considerazione Alexey Lutsenko dell’Astana, Edward Theuns (Trek Segafredo), Sven Erik Bystrom (Katusha Alpecin), Jens Keukeleire e Luke Durbridge (Orica Scott), Stijn Vandenbergh (Ag2R), mentre gli italiani proveranno a dire la loro con Oscar Gatto (Astana), Gianni Moscon e Salvatore Puccio (Team Sky).

Leggi anche:  Dove vedere Argentina Uruguay Copa America: streaming e diretta tv

E3 Harelbeke 2017, DOVE VEDERLA

La corsa verrà trasmessa in diretta tv sul canale pay-per-view Eurosport 2 dalle ore 15, mentre non è prevista la programmazione sulle reti Rai. Il via da Harelbeke è fissato alle ore 12.20, con i corridori che dovrebbero tagliare il traguardo posto nella cittadina stessa intorno alle ore 17.15.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: