Tirreno-Adriatico 2017, tappa 4: altimetria, percorso e favoriti di oggi 11 marzo

Pubblicato il autore: romolo simonicca Segui

Altimetria quarta tappa Tirreno-Adriatico 2017

Per la Tirreno-Adriatico 2017 è tempo di verdetti. Si corre oggi la tappa regina, quella che molto probabilmente decreterà il vincitore della 52^ edizione della Corsa dei due Mari. Dopo la volata imperiale di Sagan nella terza frazione, la strada torna a salire nella Montalto di Castro-Terminillo di 187 chilometri. Tappa dura fin dall’inizio con numerosi sali e scendi che con ogni probabilità si faranno sentire nel finale. L’arrivo in cima al Terminillo è un classico per la Tirreno-Adriatico e dunque tutti i migliori cercheranno di vincere per mettere le mani sul tridente (simbolo del primato). L’ultima volta che si è arrivati sul Terminillo era il 2015. In quell’occasione fu Nairo Quintana a staccare tutti e a prendersi tappa e maglia azzurra.

Percorso 4^ tappa Tirreno-Adriatico 2017

I 171 chilometri che portano da Montalto di Castro alla vetta del Terminillo sono caratterizzati da diverse salitelle. L’unico Gran Premio della Montagna (oltre al Terminillo) è posto in cima all’ascesa della Colonnetta, 10 chilometri con pendenza media del 4 percento, ma con punte del 9. Dallo scollinamento mancheranno 130 chilometri all’arrivo, tutti molto nervosi e con pochissima pianura. Il gruppo, passerà dal Lazio all’Umbria per poi tornare nel Lazio, attraversando gli abitati degli splendidi borghi delle provincie di Viterbo e Terni, fino ad arrivare ai piedi della salita finale. L’ascesa del Teminillo, 16 chilometri con una pendenza media del 7 percento e massima dell’11. Trattasi di una salita vera, nella quale chi avrà la gamba giusta potrà infliggere distacchi importanti agli avversari. La salita è subito dura con pendenze costantemente intorno all’8 percento, per poi spianare per un paio di chilometri nella parte centrale, salvo poi riprendere ad impennarsi nel finale. Gli ultimi chilometri di ascesa sono quelli più duri e pertanto, quelli che più si prestano ai cambi di ritmo degli specialisti delle scalate. La quarta tappa della Tirreno adriatico 2017 prevede anche 2 traguardi volanti nei quali si potranno guadagnare abbuoni per la classifica generale. Il primo è posto a Viterbo al chilometro 47, mentre il secondo a Terni al chilometro 126.

Favoriti 4^ tappa tirreno Adriatico 2017

L’uomo da battere è senza ombra di dubbio il colombiano Nairo Quintana. Come anticipato poc’anzi, lo scalatore della Movistar ha già vinto su questo arrivo che si presta particolarmente alle sue caratteristiche. La lunghezza e la costanza della salita finale, finiranno per avvantaggiare gli scalatori puri e tra i questi Quintana è sicuramente il più accreditato. Subito dietro di lui, tra i favoriti inseriamo Fabio Aru e Vincenzo Nibali. Il sardo è parso più brillante in queste prime uscite stagionali e, per caratteristiche, potrebbe ben figurare sulla salita del Terminillo. Nibali invece non ha mostrato una grande gamba finora, ma solo la tappa odierna ci dirà quali sono le reali condizioni dello Squalo. Se sta bene non sarà facile per nessuno staccarlo, se sta benissimo correrà all’attacco come è solito fare in montagna, di sicuro non si risparmierà. Da non sottovalutare per la vittoria di tappa e per la classifica generale neanche i vari Rigoberto Uran, Mikel Landa, Adam Yates, Thibaut Pinot, Bauke Mollema Tejay van Garderen e Geirant Thomas, quest’ultimo già splendido vincitore della tappa di Pomarance. Inoltre, la quasi totale assenza di pianura, ben si presta ad attacchi da lontano e pertanto le squadre dei migliori dovranno stare sempre sul pezzo per evitare di lasciare troppo vantaggio agli eventuali fuggitivi. Attenzione a Van Avermaet.

  •   
  •  
  •  
  •