Tirreno-Adriatico 2017: tappe, start list e diretta TV

Pubblicato il autore: romolo simonicca Segui

Tirreno-Adriatico 2017, si parte domani 8 marzo

Domani 8 marzo, con la cronosquadre di Lido di Camaiore, partirà la Tirreno-Adriatico 2017, prestigiosa corsa a tappe del World Tour. La Corsa dei Due Mari, giunta quest’anno alla 52^ edizione, vedrà ai nastri di partenza un cast davvero eccezionale. Sarà il primo vero assaggio di Giro d’Italia, con tutti (o quasi) gli aspiranti alla maglia rosa pronti a darsi battaglia sulle strade del centro Italia che da sempre contraddistinguono la Tirreno-Adriatico. Non solo, data la varietà delle tappe, folta sarà anche la schiera di velocisti e corridori da Classiche. Sette tappe in tutto, per oltre 1000 chilometri di corsa dove ne vedremo delle belle, dati il percorso misto e il calibro dei corridori in gara. Nel 2016 a trionfare fu Greg Van Avermaet davanti a Peter Sagan e Bob Jungels. Tutti e tre saranno tra i protagonisti anche della Tirreno-Adriatico 2017.

Altimetrie e tappe Tirreno-Adriatico 2017

Le sette tappe previste, porteranno i corridori da Lido di Camaiore a San Benedetto del Tronto. Entrambe le città marittime saranno teatro di una cronometro: a squadre quella sul Tirreno, individuale quella sull’Adriatico. In mezzo ci saranno pianura, collina e montagna, come da tradizione per questa importante corsa a tappe di fine inverno. Entriamo ora nel dettaglio delle frazioni della Tirreno-Adriatico 2017.
1^ TAPPA – Come anticipato sarà una cronometro a squadre. Lunga 22,7 chilometri, si correrà per lunghi tratti sullo splendido lungomare di Lido di Camaiore.
2^ TAPPA – Frazione lunghissima quella che porterà la carovana da Camaiore a Pomarance. I 228 chilometri non sono privi d’insidie, soprattutto nel finale. Epilogo incerto dunque, e sprint di gruppo tutt’altro che scontato.
3^ TAPPA – Quasi completamente pianeggianti i 204 chilometri da Monterotondo Marittimo a Montalto di Castro. Salvo sorprese questa tappa dovrebbe essere affare per velocisti.
4^ TAPPA – Lunga 187 chilometri è la tappa regina della Tirreno-Adriatico 2017. Partenza da Montalto di Castro e arrivo in salita sul Terminillo. L’ascesa finale, 16 chilometri con pendenza media del 7 percento, decreterà probabilmente il vincitore della 52^ edizione della Corsa dei Due Mari.
5^ TAPPA – La frazione che porterà da Rieti a Fermo attraverserà i luoghi tartassati dai terremoti del 2016. Si passerà per Amatrice, Accumuli e Arquata del Tronto, in una giornata colma di emozioni. Da un punto di vista squisitamente ciclistico, sarà la tappa mossa per antonomasia. Poca pianura e moltissimi sali e scendi favoriranno gli attaccanti. Per vincere a Fermo serviranno gambe e coraggio, considerati i 210 chilometri.
6^ TAPPA – Sarà la tappa in linea più breve della corsa. Sono 159 i chilometri che separano Ascoli Piceno e Civitanova Marche. Presumibilmente arriverà uno sprint di gruppo con le ruote veloci a farla da padrone.
7^ TAPPA – Cronometro individuale per specialisti della disciplina. I 10 chilometri, che si dipanano sul lungomare di San Benedetto del Tronto, sono contraddistinti da lunghi rettilinei pianeggianti. Qualora le posizioni in classifica non fossero ancora definite, la corsa si deciderà qui.

Leggi anche:  Fabio Aru ha ritrovato il sorriso. Le parole del corridore

Tirreno-Adriatico 2017: i favoriti e gli outsider

Data la startlist stellare, c’è grande incertezza su chi riuscirà ad impugnare il tridente (simbolo del primato) a San Benedetto del Tronto. Tra i grandi favoriti c’è senza dubbio Vincenzo Nibali a caccia del tris personale nella Tirreno-Adriatico. Il campione siciliano finora non ha mostrato una condizione eccelsa, ma il terreno è quello giusto per un corridore delle sue caratteristiche. Altro nome da inserire obbligatoriamente tra i favoriti è quello di Nairo Quintana. Il colombiano, che trionfò nel 2015 proprio grazie ad un assolo sul Terminillo, ha già mostrato una buona gamba in salita e potrebbe trarre vantaggio dalla sua Movistar, sempre ben piazzata nelle cronosquadre. Che sia lui l’uomo da battere?
Altro papabile alla vittoria finale è Fabio Aru. Lo scalatore sardo dell’Astana punta a riscattare un 2016 avaro di gioie e potrebbe cominciare proprio dalla Tirreno-Adriatico 2017. Se sta bene, sarà sicuramente tra i protagonisti sul Terminillo, mentre a cronometro dovrà difendersi.
Cronometro che invece sono il piatto forte dell’altro grande favorito della vigilia, vale a dire Tom Doumulin. L’olandese in questo avvio di stagione ha dimostrato di andare forte anche in salita, ma sul Terminillo Nibali, Quintana e Aru dovrebbero avere qualcosa in più.
Tra gli outsider da non sottovalutare corridori del calibro di Alberto Rui Costa e soprattutto Adam Yates, fresco vincitore del Gran premio Industria e Artigianato. Possibilità anche per Mikel Landa, Thibaut Pinot, Tejay van Garderen, Bauke Mollema e Rigoberto Uran, corridori che se in forma vanno forte su tutti i terreni. Per quanto riguarda i successi parziali, i nomi da tenere a mente sono quelli di Gaviria, Viviani e Cavendish per le volate e quelli dei soliti Van Avermaet e Sagan per le tappe mosse.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Benevento-Torino: streaming e diretta tv Sky o DAZN?

Dove vedere la Tirreno-Adriatico 2017 in diretta TV

Tutte le tappe della 52^ edizione della Tirreno-Adriatico saranno trasmesse in diretta TV da Rai Sport 1 (canale 57 del digitale terrestre) a partire dalle 13:45. Inoltre, gli abbonati Sky e Mediaset Premium potranno vedere le tappe anche su Eurosport 2 a partire dalle 14:00.

RIEPILOGO TAPPE TIRRENO-ADRIATICO 2017

1. Lido di Camaiore – Lido di Camaiore, 22,7 km (mercoledì 8 marzo).
2. Camaiore – Pomarance, 228 km (giovedì 9 marzo).
3. Monterotondo Marittimo – Montalto di Castro, 204 km (venerdì 10 marzo).
4. Montalto di Castro – Terminillo, 187 km (sabato 11 marzo).
5. Rieti – Fermo, 210 km (domenica 12 marzo)
6. Ascoli Piceno – Civitanova Marche, 159 km (lunedì 13 marzo)
7. San Benedetto del Tronto – San Benedetto del Tronto, 10,5 km (martedì 14 marzo).

  •   
  •  
  •  
  •