Giro di Romandia 2017: percorso, altimetrie e favoriti

Pubblicato il autore: Andrea Biagini

giro di romandia 2017
In programma dal 25 al 30 aprile, il Giro di Romandia 2017 (Tour de Romandie) è pronto a partire per la 71° volta nella storia. Breve corsa a tappe che si disputa nel territorio della Svizzera romanda (di lingua francofona dunque), lo scorso anno fu conquistata da Nairo Quintana che si impose su Thibaut Pinot e su Jon Izaguirre.

Giro di Romandia 2017, IL PERCORSO

Martedì 25 aprile, cronoprologo: Aigle-Aigle (4.8 km)

giro di romandia 2017Giro di Romandia 2017 che si apre con un cronoprologo di 4.8 km all’interno della cittadina di Aigle, in cui gli specialisti proveranno a conquistarsi la prima maglia gialla della corsa. Tra gli uomini di classifica, invece, non dovrebbero esserci grossi distacchi vista la breve lunghezza della prova.

Mercoledì 26 aprile, tappa 1: Aigle-Champéry (168.6 km)

giro di romandia 2017Già dalla prima tappa in linea si comincia a fare sul serio, con 5 GPM in programma prima dell’arrivo a Champéry, posto ad 1.2 km dall’ultimo scollinamento. Si tratta di una salita di I categoria piuttosto esigente (14.4 km, pendenza media 4,4% con picchi dell’8%), che necessariamente costringerà i capitani ad esporsi, andando già a delineare la classifica generale.

Leggi anche:  Il percorso del Giro di Lombardia 2022: tutto sull'ultima classica monumento stagionale

Giovedì 27 aprile, tappa 2: Champéry-Bulle (161.3 km)

giro di romandia 2017La tappa 2 sarà invece più tranquilla, anche il percorso molto movimentato (3 GPM) non permetterà distrazioni. Il terreno è favorevole ad un fuga, ma c’è da scommettere che i velocisti più resistenti proveranno in tutti i modi di giocarsi le proprie possibilità sul rettilineo in leggera salita di Bulle.

Venerdì 28 aprile, tappa 3: Payerne-Payerne (187 km)

giro di romandia 2017Altra giornata tranquilla sulla carta, probabilmente destinata ad un arrivo in volata. Anche stavolta, però, il finale nervoso dal punto di vista altimetrico potrebbe dare il là a pericolosi attacchi da parte dei cacciatori di tappe.

Sabato 29 aprile, tappa 4: Domdidier-Leysin (163.5 km)

giro di romandia 2017Sabato 29 aprile è il giorno della tappa regina, con 4 GPM sul menù da affrontare tutti negli ultimi 70 km. Si comincia con lo Jaunpass, salita di I categoria lunga 5.9 km con pendenza media dell’8,3% e picchi dell’11%. Si prosegui quindi con il Saanenmöser (II cat., 7.6 km al 4,4%, max 6%) e con il Col du Pillon (I cat., 7,0 km al 5,2%, max 10%), prima dell’arrivo di Leysin (I cat., 4.0 km al 7,2%, max 12%). Senza dubbio sarò una giornata chiave per le sorti della classifica, in quanto chi vorrà vincere questo Giro di Romandia 2017 non potrà più nascondersi.

Leggi anche:  Il percorso del Giro di Lombardia 2022: tutto sull'ultima classica monumento stagionale

Domenica 30 aprile, tappa 5: Losanna-Losanna (ITT, 18.3 km)

giro di romandia 2017A chiudere il Giro di Romandia 2017 ci penserà infine la cronometro individuale di Losanna, che negli ultimi anni ha saputo sovvertire le posizioni della classifica generale. Occhio quindi ai possibili colpi di scena, in un percorso difficile e particolarmente mosso, con la prima parte in costante ascesa a cui segue una lunga discesa fino al traguardo.

Giro di Romandia 2017, I FAVORITI

Favorito numero uno della corsa sarà senza dubbio Chris Froome (Team Sky), supportato da una squadra di livello assoluto. Proveranno invece ad insidiare il britannico Louis Meintjes (UAE Team Emirates), Daniel Teklehaimanot (Team Dimension Data) Robert Gesink e Primoz Roglic (Lotto NL Jumbo), Warren Barguil (Team Sunweb), Jarlinson Pantano (Trek Segafredo), Bob Jungels e David de la Cruz (Quick Step Floors), Roman Kreuziger (Orica Scott), Andrey Amador (Movistar Team), i due svizzeri della FDJ Steve Morabito e Sébastien Reichenbach, Rigoberto Uran (Cannondale Drapac), Mathias Frank (Ag2r La Mondiale), Tanel Kangert (Astana), Ilnur Zakarin (Katusha Alpecin), Jon Izagirre e Janez Brajkovic (Bahrain Merida), Richie Porte e Tejay Van Garderen (BMC) . Tra gli italiani occhio ad Eros Capecchi (Quick Step Floors) per la classifica generale, mentre per le vittorie di tappa ci saranno da tenere d’occhio Elia Viviani e Salvatore Puccio (Team Sky), Diego Ulissi (UAE Team Emirates) e Sonny Colbrelli (Bahrain Merida). Infine, altri velocisti che proveranno a conquistare le tappe a loro favorevoli saranno Mark Cavendish (Team Dimension Data), Ben Swift (UAE Team Emirates), Michael Albasini (Orica Scott) e Maximilian Richeze (Quick Step Floors).

Leggi anche:  Il percorso del Giro di Lombardia 2022: tutto sull'ultima classica monumento stagionale

Curiosità: Enrico Gasparotto ha deciso di dare forfait all’ultimo minuto per poter partecipare ai funerali dell’amico ed ex compagno di squadra Michele Scarponi, che si svolgeranno quest’oggi a Filottrano. Al suo posto, la Bahrain Merida ha quindi chiamato il giapponese Yukiya Arashiro.

  •   
  •  
  •  
  •