Infortunio Aru, il sardo annuncia il suo forfait al Giro d’Italia 100

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui

infortunio aru
La notizia dell’incidente di Fabio Aru, arrivata dopo qualche giorno, aveva fatto pensare che per il sardo si trattasse di nulla di grave, sebbene le foto del colpo al ginocchio mostrassero un ematoma ben evidente. In casa Astana tuttavia hanno cercato di mantenere la calma, ma soprattutto avevano sperato che le paure non diventassero certezze, almeno fino all’esito degli esami di accertamento che Aru ha effettuato quest’oggi a Milano, sotto l’occhio attento del Dott. Franco Combi. Purtroppo però per i tifosi, specialmente quelli sardi che non vedevano l’ora di incitare il proprio beniamino sulle strade di casa (quest’anno oltre alla partenza di Alghero il 5 maggio, sono previste anche altre due tappe nell’isola), l’ultimo comunicato stampa dell’Astana porta una spiacevole notizia, vale a dire la conferma ufficiale che Fabio Aru non sarà al via del Giro d’Italia 100.

Leggi anche:  Cronometro ciclismo maschile streaming e diretta TV Rai 2? Dove vedere Olimpiadi Tokyo 2020

Infortunio Aru, il comunicato stampa dell’Astana

Come si legge nell’ultimo report pubblicato sul sito del team kazako, Fabio Aru, in accordo con tutto il management dell’Astana, ha deciso di rinunciare definitivamente al Giro d’Italia del centenario, in seguito ai colpi subiti domenica nella caduta che lo ha visto protagonista durante un allenamento (il sardo si trovava in ritiro in Spagna, a Sierra Nevada, per preparare la Corsa Rosa). Oltre al Giro, che era ovviamente l’obiettivo principale e dichiarato di Aru, il capitano dell’Astana salterà anche il Tour of the Alps, ex Giro del Trentino, in programma dal 17 al 21 aprile. Adesso per lui ci sarà da riprogrammare tutto il calendario, e chissà che non vedremo Aru presentarsi al via del Tour de France 2017.

Infortunio Aru, le parole del corridore dell’Astana

Con brande rammarico, il sardo ha commentato così la decisione: “Sono dispiaciuto e amareggiato da quello che è successo. La partenza del Giro d’Italia dalla Sardegna era il mio sogno, e stavo preparando questo appuntamento da ormai un mese. Sfortunatamente, l’infortunio che mi è capitato non mi permetterà di essere al via in buone condizioni, per questo, con grande dispiacere, devo rinunciare alla mia presenza”.

Forfait Aru, cosa cambia ora?

La notizia del forfait di Fabio Aru rappresenta certamente un duro colpo per quello che sarà lo spettacolo al Giro d’Italia 2017, quest’anno più che mai nella sua veste tutta tricolore per omaggiare i cento anni della Corsa. Il sardo infatti si sarebbe presentato al via accolto dal calore della sua regione, non particolarmente abituata ad ospitare un evento simile e dunque in trepida attesa di vedere il proprio beniamino in azione. Inoltre, dopo il trasferimento di Vincenzo Nibali alla neo formazione Bahrain Merida, c’era curiosità nel vedere all’opera i due ex compagni, uno contro l’altro in una corsa che senza dubbio avrà molto da offrire agli amanti delle montagne, come testimoniato dall’arrivo in salita già alla quarta tappa, la Cefalù-Etna. A questo punto quindi, in virtù della rinuncia al Giro, con molta probabilità Aru sposterà la propria attenzione al Tour de France, disputato per la prima volta lo scorso anno, e che quest’anno sarebbe dovuta essere la grande chance per Jakob Fuglsang, promosso a capitano dopo aver svolto in modo egregio il ruolo di luogotenente di Nibali nelle stagione passate, in special modo nel 2014, anno in cui il siciliano dominò letteralmente alla Grande Boucle.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: