Tour de France 2017, sesta tappa: un Kittel perfetto beffa Dèmare nella prima volata senza Sagan! (VIDEO)

Pubblicato il autore: Jacopo Zagari Segui


UNDICESIMO CENTRO AL TOUR
Marcel Kittel (Quick-Step Floors) vince in volata la sesta tappa del Tour de France 2017, da Vesoul a Troyes di 216 km con arrivo in pianura. Il corridore tedesco conquista la prima volata dopo la controversa squalifica di Peter Sagan precedendo al traguardo Arnaud Dèmare (Fdj), che conserva la maglia verde della classifica a punti, e Andre Greipel (Lotto Soudal). Per Kittel si tratta della seconda vittoria di tappa in questa edizione del Tour 2017, e dell’undicesimo successo complessivo al Tour De France, raggiungendo proprio Greipel. Anche oggi lo sprint è stato caotico con diversi contatti e rischi di cadute. Fortunatamente non si sono registrate incidenti. Kittel lancia così la sfida a Dèmare per la conquista della maglia verde: il francese al momento ha 170 punti, mentre il tedesco 143.

FUGA MAI PERICOLOSA Perrig Quemeneur (Direct Energie), Frederik Backaert (Wanty) and Vegard Stake Laengen (UAE) sono stati i protagonisti della fuga di oggi, lanciata sin dalle prime battute di gara. Il gruppo, a differenza delle scorse giornate, non ha mai concesso ai fuggitivi di prendere un buon margine e ha mantenuto il distacco nell’ordine dei 2-3′. Lo svantaggio del gruppo è stato progressivamente ridotto dalle squadre dei velocisti, in particolare dalla Katusha di Alexander Kristoff, fino all’assorbimento della fuga ai 3 km dall’arrivo. Il finale è stato caratterizzato da un percorso piuttosto stretto con diverse rotonde che hanno allungato molto il gruppo ed impedendo alle varie squadre di organizzare treni per i propri capitani. Boasson Hagen ha provato lo scatto decisivo ma è partito troppo presto, ai 500 metri. Dèmare ha rischiato il contatto con il corridore norvegese passando all’esterno. Kittel invece ha scelto il centrostrada per lanciare la sua volata di pura potenza, scelta che gli ha consentito di passare gli avversari con una facilità quasi disarmante. La sfida tra i due per la maglia verde è appena iniziata, anche se l’assenza di Peter Sagan è ancora molto pesante da digerire per tutti gli appassionati di ciclismo.

  •   
  •  
  •  
  •