Fabio Aru: “Nibali? In corsa niente più che un avversario”

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

AruTutto è quasi pronto per l’inizio della Vuelta di Spagna. Mancano solo quattro giorni a sabato 19 agosto, giornata in cui prenderà il via la grande corsa a tappe spagnola. Il via è previsto dalla Francia a Nimes, mentre l’arrivo che concluderà la manifestazione ciclistica è fissato per il 10 settembre con la classica passerella a Madrid.
La Vuelta sarà un evento importante soprattutto per il ciclismo italiano, dove i tifosi e gli appassionati di questo sport potranno seguire in particolar modo due dei più importanti ciclisti del movimento italiano in voga al momento. Stiamo parlando di Vincenzo Nibali e Fabio Aru. I due corridori sono stati per diversi anni compagni di squadra nel team Astana, con Fabio nel ruolo di gregario che ha sempre supportato lo Squalo dello Stretto. Ma le cose a partire dalla scorsa stagione sono cambiate. Nibali infatti, ha deciso di lasciare l’Astana e continuare la sua carriera ciclistica in un nuovo team, la Bahrain Merida, Fabio Aru invece ha proseguito col team kazako.
La Vuelta sarà la prima occasione per vedere i due corridori affrontarsi da avversari, troppe infatti fino a questo momento della stagione, le occasioni mancate. Il primo vero incontro era programmato per la centesima edizione del Giro d’Italia, saltato a causa dell’infortunio di Aru. Successivamente, l’altra occasione poteva essere il Tour de France, dove il corridore sardo ha preso parte cambiando la sua programmazione stagionale, mentre Nibali ha deciso di rinunciare preferendo la Vuelta. E allora eccoli entrambi presenti all’appuntamento spagnolo, dove bisogna stanne certi regaleranno grandi emozioni ai propri tifosi e a tutti gli appassionati di ciclismo. Ricordiamo che per la vittoria finale il numero uno da battere resta sempre Chris Froome, ma sia Nibali sia Aru hanno degli obiettivi ben precisi: entrambi puntano al gradino più alto del podio, in particolar modo Aru vorrebbe bissare il successo del 2015, Nibali riscattarsi dalla squalifica subita a causa di un traino da parte della sua ammiraglia.

Aru: “Vincenzo è un amico”

Fabio Aru alla Vuelta di Spagna si ritroverà di fronte tanti avversari, uno in particolare sarà il suo amico Vincenzo Nibali. Intervistato dalla Repubblica, riportiamo uno stralcio dell’intervista dove il corridore sardo si è soffermato a parlare del legame con lo Squalo dello Stretto. Alla domanda: “Che sensazione sarà”? Aru ha così affermato: “Vincenzo è un amico, ma anche un avversario forte, uno di quelli da battere. Niente più, in corsa, che un avversario, perché in gara non esistono amicizie, al massimo alleanze. Sono pronto a giocarmela anche con lui”.
Il corridore si è lasciato andare anche a qualche dichiarazione sul Tour de France e sul suo rapporto col team Astana: “Nelle condizioni in cui eravamo non potevamo fare di più. I miei rapporti con l’Astana comunque non erano tesi prima e non lo sono adesso. Stiamo studiando, io e il mio avvocato-procuratore, una soluzione per il futuro, presto si saprà tutto…”. Non resta dunque che attendere il termine della Vuelta per scoprire come si evolverà la situazione di Fabio Aru. Al momento l’ipotesi più concreta è un suo passaggio al team UAE Emirates .

  •   
  •  
  •  
  •