Vuelta 2017 oggi tappa 6: la fuga andrà a segno? Percorso, favoriti, dove vederla

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui
Vuelta 2017 oggi tappa 6

Vila-real – Sagunt, 204,4 km

La Vuelta 2017 prosegue la sua marcia con una tappa 6 che si correrà oggi da Vila-real a Sagunt, per un totale di 204,4 km piuttosto insidiosi non tanto dal punto di vista altimetrico ma per come potrà essere interpretata la giornata odierna dai corridori. Siamo di fronte infatti ad un tappa di media montagna disegnata per favorire le fughe da lontano: se sulla carta non dovrebbero esserci scossoni nella classifica generale, gli uomini favoriti per la vittoria finale con la testa già alle prossime due settimane devono comunque tenere gli occhi aperti, perchè da questo momento in avanti le possibilità che si chiuda la lista ristretta dei pretendenti al trionfo finale a Madrid sono piuttosto alte. E considerando l’andamento delle prime tappe e una classifica che fino ad ora racchiude i primi otto in meno di un minuto, la volontà dei grandi favoriti di archiviare in fretta la pratica Vuelta 2017 è piuttosto forte.

Vuelta 2017 oggi tappa 6: il percorso

La Vila-real – Sagunt, come abbiamo accennato, è una tappa di media montagna di 204,4 km che presenta ben cinque Gran Premi della Montagna, quasi tutti di terza categoria ad esclusione dell’ultima asperità che invece è di grado secondo.
Vila-real (come è chiamata in valenciano, altrimenti in spagnolo Villareal; sì, è la città della squadra di calcio della Liga dove hanno militato Riquelme, Forlàn e il nostro Pepito Rossi), da non confondere con la quasi omonima Vila real che è invece in Portogallo, si trova nella Comunità Autonoma di Valencia, nel sudest della Spagna, zona dove si trova anche l’arrivo posto a 45 metri sul livello del mare di Sagunt o Sagunto, città del famoso compositore Joaquín Rodrigo.
Si parte con 13,4 km piatti per poi incominciare con un ascesa moderata ma continua lungo un falsopiano verso il primo GPM di giornata che si presenta dopo i primi 40 km, ovvero l’Alto de Alcudia de Veo, 11 chilometri di lunghezza per una pendenza media del 3,4%.
Tempo di scollinare e dopo sei chilometri in discesa si sale di nuovo verso il secondo strappo di Puerto de Eslida (5,3 km di lunghezza e medie del 5,1%). Da qui la discesa e la salita verso la prossima cima di giornata sarà meno repentina e più graduale, con l’Alto de Chirivilla la cui sommità è posta al km 96,6 (7.9 km di lunghezza al 4.1%) e che presenta l’altitudine più alta della tappa 6, ovvero 710 metri.
Sbrigato anche il terzo GPM della giornata i corridori seguiranno una lunga discesa non ripida per rimettere al lavoro le gambe sulla penultima asperità, il Puerto del Oronet lungo 6,4 km e con medie del 4%.
Dopo aver affrontato quattro salite in 140 km l’eventuale fuga e il gruppo all’inseguimento saranno chiamati a superare l’ultimo GPM prima di concludere la tappa: si tratta dell’unico di seconda categoria dopo quelli di terza precedenti, vale a dire il Puerto del Garbí, salita di 9.3 km di lunghezza al 5.1% di pendenza media.
Un’ultima asperità posta a 36,4 km dal traguardo che saranno perlopiù in leggera discesa e gli ultimi tre totalmente piatti: il Garbì non dovrebbere essere teatro di attacchi decisivi, e di conseguenza se la fuga fallirà il tiro mancino di arrivare intatta o quasi al traguardo potremmo assistere ad un sprint a ranghi ristretti.

Vuelta 2017 oggi tappa 6: i favoriti

Considerato il profilo mosso della tappa 6, difficilmente gli sprinter puri potranno avere qualcosa da dire nella giornata di oggi, nonostante gli ultimi km in piano. Spazio quindi principalmente alle fughe da lontano e a possibili colpacci in solitaria dei finisseur.
Perciò tra i potenziali favoriti di oggi citiamo Luis León Sánchez (Astana) corridore che siamo abituati a vedere nella azioni che partono dai primi chilometri – e che potrebbe cercare la doppietta per la sua squadra dopo la vittoria di ieri di Alexey Lutsenko – così come Thomas De Gendt (Lotto Soudal), già in fuga precoce nella terza tappa proprio come il nostro Davide Villella (Cannondale Drapac) attuale maglia a pois e corridore da tenere d’occhio oggi e pronto a passare alla Astana a partire dalla prossima stagione.
Attenzioniamo anche David de la Cruz (Quick Step Floors ma in procinto di trasferirsi al Team Sky), secondo ad Andorra, Jan Polanc (UAE Emirates) che ha messo come obiettivo una vittoria di tappa e già vincitore sull’Etna al Giro 2017 e ancora Alexis Gougeard (AG2R), corridore intraprendente, vincitore nella 19esima tappa della Vuelta 2015 ed in cerca di un nuovo acuto che possa riscattare le due ultime stagioni piuttosto anonime (se escludiamo la vittoria de La Polynormande di quest’anno), dopo il tentativo non andato a segno nella tappa di ieri.
Citiamo anche un Gianni Moscon (Team Sky) che rappresenta la punta di diamante del futuro del ciclismo italiano, già messosi in luce ad Andorra imponendo un ritmo eccezionale, molto arrembante nei primi chilometri e che offre il meglio di sé nelle brevi salite.
Infine un cenno, per quanto riguarda il discorso favoriti, anche al veterano Przemysław Niemiec e a Darwin Atapuma (UAE Emirates), la sorpresa del Delfinato 2017 ovvero il giovane neopro Koen Bouwman e Bert-Jan Lindeman (Lotto NL Jumbo), Nelson Oliveira (fresco di rinnovo con la Movistar), Omar Fraile, vincitore a Bagno di Romagna nel Giro 2017 e che dal Team Dimension Data passerà dal prossimo anno all’Astana, Sam Oomen (Sunweb) ed infine Jetse Bol (Manzana-Postobón).

Vuelta 2017 oggi tappa 6: dove vederla

La diretta su Eurosport (visibile su Sky e Mediaset Premium o acquistando l’abbonamento ad Eurosport Player) della Tappa 6 della Vuelta 2017 partirà dalle 15.00.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: