Mondiali Bergen 2017, subito doppietta azzurra nella crono juniores femminile

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui

mondiali bergen 2017
Come successo ai Campionati Europei di Herning disputati ad agosto, anche in questi Mondiali Bergen 2017 parte forte l’Italia nella prima prova individuale della rassegna iridata, conquistando oro ed argento nella cronometro juniores femminile grazie ad Elena Pirrone e ad Alessia Vigilia. Le due ragazze infatti, entrambe portacolori del team Gs Mendelspeck, non hanno deluso le aspettative mettendo in scena una eccellente prova sui 16.1 km ondulati del percorso in programma e confermando le proprie le proprie posizioni per tutta la durata della gara, ad ogni rilevamento cronometrico. Alle loro spalle, invece, si è piazzata l’australiana Madeleine Fasnacht, unica assieme ad Hannah Ludwig a mantenere il proprio ritardo inferiore al minuto, rispettivamente di 43″ e di 45″.

Per la Pirrone arriva dunque la doppietta dopo aver vinto anche la prova contro il tempo di categoria agli Europei, allora davanti all’altra azzurra Letizia Paternoster, che questa mattina non è riuscita ad andare oltre la nona posizione a causa di una seconda parte di gara sottotono, complice alcuni problemi con il collegamento via radio che l’hanno mandata nel panico facendole perdere la seconda posizione momentanea fatta registrare al primo intermedio, come ha poi spiegato il commissario tecnico Dino Salvoldi, aggiungendo che “questo risultato è una sorpresa solo per chi non ci conosce: oggi ho schierato tre atlete, tutte e tre sullo stesso livello, tutte e tre in grado di vincere”.
Per quanto riguarda Alessia Vigilia invece, già vicecampionessa europea nel 2016 (alle spalle della Morzenti) nonché vice campionessa italiana 2017 (dietro alla Paternoster), si tratta di un secondo posto di spessore in considerazione del fatto che l’azzurra è stata la prima a partire, trovando sì strada asciutta ma non avendo comunque riferimenti che le permettessero di impostare la gara diversamente.

Mondiali Bergen 2017, le parole di Pirrone e Salvoldi

Subito dopo l’arrivo Elena Pirrone ha così commentato la sua prova, conclusa in prima posizione davanti all’amica e compagna di squadra Alessia Vigilia:“Mi sentivo bene – ha dichiarato – il percorso mi piaceva molto. Ho dato tutto e sono arrivata esausta. Sono davvero contenta, anche per Alessia, siamo amiche ed essere insieme sul podio è veramente fantastico”.
E’ stata poi la volta del commissario tecnico del settore femminile Dino Salvoldi che ha affermato:“Per Elena è stata una grande conferma. Questa mattina aveva la giusta tensione di gara ma forte della consapevolezza di aver fatto un percorso adeguato e corretto che l’ha portata fino a qui”. Il CT si è poi espresso sulla Vigilia, talento che nel 2017 forse è stato un po’ coperto dalle compagne di nazionale:“Quest’anno a livello internazionale Alessia non ha avuto modo di esprimersi, perché aveva sempre il confronto con Pirrone e Paternoster. Questo mondiale è stata la sua prima vera occasione e sapevamo che schierando tre azzurre con la loro preparazione avevamo ottime opportunità di puntare al risultato pieno. Un argento meritato che splende come non mai”, ha quindi concluso Salvoldi.

Mondiali Bergen 2017, ordine arrivo cronometro juniores

1. PIRRONE Elena (Ita) in 23’19″72 (media oraria 41.408 km/h)
2. VIGILIA Alessia (Ita) +06″38
3. FASNACHT Madeleine (Aus) +42″32
4. LUDWIG Hannah (Ger) +45″45
5. NOVOLODSKAYA Maria (Rus) +1’09″05
6. RAAIJMAKERS Marit (Ol) +1’20″94
7. GEORGI Pfeiffer (Gbr) +1’22″59
8. BOSSUYT Shari (Bel) +1’23″46
9. PATERNOSTER Letizia (Ita) +1’29″61
10. WIEL Jade (Fra) +1’30″63

 

  •   
  •  
  •  
  •