Caso Froome, le parole di Prudhomme

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

FroomeIl mondo del ciclismo resta in attesa della sentenza per concludere il caso di Chris Froome. Ricordiamo che il corridore è stato trovato positivo ad un controllo antidoping effettuato lo scorso mese di settembre quando il britannico era impegnato alla Vuelta di Spagna. La sostanza incriminata in questo caso è il salbutamolo, sostanza utilizzata per la cura dell’asma. Il valore riscontrato nelle analisi di Froome era oltre il limite consentito; da qui la non negatività del corridore e le successive indagini che andranno a chiarire una volta per tutte questa situazione. Froome verrà assolto o squalificato? In caso di squalifica, il corridore rischia un’assenza dal mondo delle due ruote che va dai 9 ai 12 mesi. Sulla situazione di Froome si è espresso anche il direttore del Tour de France, Prudhomme.

Leggi anche:  Fabio Aru rinuncia al mondiale di Ciclocross. Le dichiarazioni

Caso Froome, Prudhomme ha le idee chiare

Ad esprimersi sul caso della positività di Chris Froome è stato anche il diretto del Tour de France, Prudhomme. Al riguardo, a France Info TV, ha affermato: “che la situazione si chiarisca, noi vogliamo uscire dall’oscurità e ambiguità. Ovviamente vogliamo un’indagine condotta in tempi rapidi, che non duri per mesi e mesi. Quindi chiediamo all’Uci una risposta il prima possibile”. Questo perchè per il direttore del Tour è fondamentale evitare di avere Froome al Tour pedalando sotto indagine. Non resta che attendere ancora un po’ di tempo, per vedere come andrà a concludersi la vicenda del vincitore dello scorso Tour de France e della Vuelta di Spagna.

  •   
  •  
  •  
  •