Fabio Aru inizia la sua avventura. Le dichiarazioni del corridore e del ct Cassani

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

AruAnche per Fabio Aru è arrivato il momento di pensare alla prossima stagione ciclistica targata 2018. Il Cavaliere dei quattro Mori, sarà protagonista di una nuova avventura. Infatti, dopo diverse stagioni con la maglia del team Astana, Fabio Aru ha deciso di voltare pagina e correre per il team UAE Emirates. Una scelta importante per il corridore che arriva dopo una stagione 2017 molto altalenante a causa dei diversi problemi di salute avuti. Ricordiamo infatti che per un infortunio al ginocchio fu costretto a rinunciare al Giro d’Italia, optando quindi per il Tour. Nel Tour, Fabio è riuscito ad indossare, solo per alcune tappa, la maglia gialla e a conquistare una vittoria di tappa. Vincitore dei campionati italiani, Aru è ora pronto per questa nuova avventura. Ai microfoni di SportFair, ha così parlato dei suoi prossimi obiettivi: “Non so ancora il programma delle grandi corse a tappe della prossima stagione, tranne la Vuelta che farà parte del mio calendario in preparazione dei Mondiali. Non è ancora Non è ancora deciso se farò il Giro o il Tour, in questi giorni faremo le nostre valutazioni e vedremo il programma più adeguato ad un corridore come me“. Aru ha poi ribadito come il Giro d’Italia comunque, da italiano resta un’emozione unica e indescrivibile.
Forse sarà difficile assistere ad una sfida Nibali-Aru al Giro o al Tour, ma i tifosi dovranno attendere la Vuelta di Spagna, gara a cui parteciperanno entrambi i corridori. I due si incontreranno anche ai Mondiali di Innsbruck, che si correranno nel mese di settembre, un percorso duro adatto alle caratteristiche dei due corridori.
Non resta dunque che attendere ancora qualche giorno per capire ufficialmente il programma 2018 di Fabio Aru con la maglia del team UAE Emirates.

Leggi anche:  Mondiali Ciclocross, programma, orario e dove vederli

Fabio Aru, le parole di Cassani

A parlare di Fabio Aru è stato anche il ct della Nazionale italiana di ciclismo Davide Cassani. Ospite negli scorsi giorni a Sassari per un convegno su ciclismo e giornalismo sportivo organizzato dall’Università: “Il talento al servizio della squadra” Cassani si è così espresso sul corridore: “Aru ha vinto una Vuelta e un campionato italiano, ha indossato la maglia gialla, è stato protagonista al Tour de France, penso che per avere la consacrazione definitiva debba vincere un Giro d’Italia e penso che abbia le capacità per farlo”.
Il ct ha poi parlato della prossima stagione ciclistica di Fabio Aru: “Penso che questo sia un anno importate per Fabio. Aru al Giro è già stato protagonista, è già arrivato secondo e terzo, penso che adesso sia pronto per vincere, anche perchè secondo me ha le capacità per farlo e ha anche una squadra giusta per poter ambire al successo”.
Non resta dunque che attendere il prossimo mese di maggio per vedere come si comporterà Fabio Aru al Giro. Anche se ancora non è arrivata l’ufficialità, sembra molto più probabile la sua partecipazione alla corsa in rosa piuttosto che al Tour de France. Le prossime settimane sveleranno la verità su tutti i dettagli del calendario ciclistico 2018 del Cavaliere dei quattro Mori Fabio Aru.

Leggi anche:  Mondiali Ciclocross, programma, orario e dove vederli

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: