E3 Harelbeke 2018: percorso, favoriti, diretta TV e streaming

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui

ADELAIDE, AUSTRALIA - JANUARY 20: Peter Sagan of Slovakia and Bora-Hansgrohe competes up Willunga Hill during stage five of the 2018 Tour Down Under on January 20, 2018 in Adelaide, Australia. (Photo by Daniel Kalisz/Getty Images)

Mancano soli otto giorni alla Ronde Van Vlaanderen 2018 in programma il giorno di Pasqua, domenica 1 aprile, e questo significa che è ormai tempo di E3 Harelbeke 2018, chiamato anche Piccolo Giro delle Fiandre per la sua somiglianza con la Ronde. Lo scorso anno ad imporsi in una volata a tre fu Greg Van Avermaet, davanti ai connazionali Philippe Gilbert e Oliver Naesen.

E3 Harelbeke 2018, IL PERCORSO

Come detto, la corsa ricorda parzialmente il Giro delle Fiandre sia per la sua fisionomia sia per le difficoltà affrontate, dove alle tipiche berg fiamminghe in asfalto o pavé si alternano tratti pianeggianti sempre sulle pietre.
La partenza è fissata ad Harelbeke, nelle Fiandre Occidentali, dove si tornerà dopo aver percorso 206 km. La prima parte di gara è abbastanza tranquilla, senza grandi difficoltà ad eccezione della salita di Wolvenberg (700 m al 6.8%, max 17.3%) seguita dai 1500 m acciottolati di Holleweg ed i 2600 m di Paddestraat, dopo 42.5 km. Per trovare l’asperità successiva dobbiamo quindi aspettare il km 93, dove si affronta La Houppe (3.4 km con pendenza media del 3.3%, max 10%), a cui fanno seguito 400 m del Kaperij (una delle tante novità rispetto all’anno scorso) e la salita di Broeke (1.4 km al 4%). Da qui in poi la gara entrerà finalmente nel vivo, con 7 berg in soli 30 km: si comincia dal Knokteberg (1.5 km, pendenza media 5.3%, max 13.3%), per poi affrontare l’Hotondberg (1.2 km al 4%, max 8%), il Kortekeer (1 km al 6.4%, max 17%), il Taaienberg (650 m, pendenza media 9.5%, max 18%), il Boigneberg (2.2 km pendenza media 5.8%, max 15%), l’Eikenberg (1.2 km al 5.5%, max 11%) ed infine lo Stationeberg (500 m, pendenza media 3.2%, max 5.7%), subito seguito dai 2100 m in pavé di Mariaborrestraat.
Da qui, dunque, i corridori avranno modo di rifiatare un attimo prima di entrare nella fase decisiva della corsa, al km 161, con le celebri quanto dure asperità in sequenza del Kapelberg (900m con pendenza media del 4%, max 7%), il Paterberg (700 m al 12%, max 20%), l’Oude Kwaremont (2.2 km e pendenza media del 4.2%, max 11%) e Karnemelkbeekstraat (1.5 km al 4.9%, max 7.3%), prima dell’ultimo tratto in pavé e dell’ultima ascesa prevista, vale a dire Varentstraat (2000 m) ed il Tiegemberg (1000 m, pendenza media 6.5%, max 9%), quando mancheranno ormai meno di 20 km all’arrivo.

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 25.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

E3 Harelbeke 2018, le berg

Wolvenberg, km 28.6, asfalto
La Houppe, km 93, asfalto
Broeke, km 108.8, asfalto
Knokteberg, km 119.1, asfalto
Hotondberg, km 122.7, asfalto
Kortekeer, km 129.5, asfalto
Taaienberg, km 134.2, pavè
Boigneberg, km 141.1, asfalto
Eikenberg, km 145.6, pavè
Stationberg, km 150.2, pavè
Kapelberg,  km 161.3, asfalto
Paterberg, km 165, pavè
Oude Kwaremont, km 170, pavè
Karnemelkbeekstraat, km 176.7, asfalto
Tiegemberg, km 187.7, asfalto

E3 Harelbeke 2018, i settori in pavé

Holleweg, km 30.3
Paddestraat, km 42.9
Kaperij, 400 m, km 97.9
Mariaborrestraat, km 151.6
Varentstraat, km 184.8

E3 Harelbeke 2018, I FAVORITI

Con la Ronde alle porte, oggi sarà un importante test per molti per valutare la propria condizione in vista di domenica prossima, quando chi vorrà ambire a fare bene non potrà sbagliare nulla. Al via dell’E3 Harelbeke 2018 ci saranno dunque molti dei principali protagonisti delle classiche del nord come Arnaud Demare (Groupama FDJ), che sabato alla Milano Sanremo ha impressionato per come ha fatto lavorare la propria squadra, il campione uscente Greg Van Avermaet (BMC Racing Team), Oliver Naesen (AG2R La Mondiale), Peter Sagan (Bora Hansgrohe), Kristoffer Halvorsen (Team Sky), Bryan Coquard (Vital Concept) e la coppia della Trek Segafredo formata da Jasper Stuyven e John Degenkolb. Occhio poi al sempre piazzato Sep Vanmarcke (Education First Drapac), a Tiesj Benoot (Lotto Soudal) che in questo 2018 è partito fortissimo, ad Alexander Kristoff (UAE Team Emirates) e, infine, alla corazzata Quick Step Floors dove spiccano su tutti i nomi di Philippe Gilbert, Niki Terpstra e Zdenek Stybar.
Le speranze italiane, invece, sono riposte in Gianni Moscon (Team Sky), Sonny Colbrelli (Bahrain Merida) e Sacha Modolo (Education First Drapac).

Leggi anche:  Dove vedere Juve Stabia Bari in tv e in streaming, Serie C Girone C: Eleven Sports, Sky Primafila, Rai o Antenna Sud?

E3 Harelbeke 2018, DIRETTA TV E STREAMING

La diretta TV della corsa non sarà disponibile sulle reti Rai, mentre sarà visibile in pay-per-view su Eurosport 2 a partire dalle ore 16, oltre che su eurosportplayer.com per il live streaming.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: