Mondiali Ciclismo: se la Svizzera non potrà ospitarli, ecco le possibili alternative

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Dal 20 al 27 settembre sono in programma i mondiali di ciclismo ad Aigle-Martigny (Svizzera) ma ad oggi la rassegna iridata, sebbene ufficializzata in settimana nel nuovo calendario ciclistico 2020, non si sa ancora se potrà disputare in Svizzera per l’emergenza Coronavirus.
Una decisione definitiva verrà presa entro la fine del mese di giugno, ma ovviamente per non farsi trovare impreparati ad un’eventuale spostamento di paese, l’UCI si sta guardando intorno per trovare delle valide alternative.

Mondiali Ciclismo, ecco le possibili alternative

Il francese David Lappartient, presidente dell’UCI avrebbe trovato tre opzioni tutte riguardanti paesi che si trovano nel Medioriente dove in questo caso i mondiali sarebbe posticipati nel mese di novembre per motivi climatici; ovviamente questo potrebbe comportare l’anticipo di alcune corse classiche visto il vuoto che andrebbe a cadere in quella settimana (20-27 settembre) e per non ingolfare troppo un calendario molto denso soprattutto nella seconda parte di stagione.

I paesi che potrebbero prendere il posto della Svizzera qualora ce ne fosse bisogno, sono Emirati Arabi, Oman e Qatar, che detto sinceramente hanno tutti e tre pochissima tradizione ciclistica, però in queste ultime stagioni hanno saputo organizzare bene alcuni eventi di grande importanza. Ovviamente se uno di questi paesi fosse chiamato in causa, dovrà pensare molto velocemente a dei percorsi per tutte la gare in programma e non è detto, pensando soprattutto a Emirati Arabi e Oman, che il tracciato sia adatto per i velocisti, visto che in questi anni si sono visti traguardi molto duri in salita e tutt’altro che scontati.

Certo bisogna dire che se la rassegna iridata si dovesse svolgere in Medioriente, soprattutto per i ciclisti che hanno questo obiettivo come il principale della loro annata non sarà affatto facile, perchè correre due mesi dopo, su altri tracciati e soprattutto con l’incognita vento, potrebbe essere una grande incognita e presumibilmente dovranno rivedere la loro programmazione.

  •   
  •  
  •  
  •