La top 15 dei ciclisti più pagati nel 2020: Sagan e Froome i paperoni, stipendi top per Nibali e Aru

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

I ciclisti più pagati, stipendi da calciatori. Il ciclismo non può essere sicuramente paragonato al calcio per visibilità e la quantità di soldi che girano, ma i personaggi top del pedale non se la passano proprio male. Nel 2020 restano in cima alla classifica dei più ricchi il tre volte campione del mondo Peter Sagan e il britannico Chris Froome, che a partire dal 2021 ha siglato un ricco contratto con la Israel Start Up. Il loro stipendio si aggira sui 5 e 4,5 milioni di euro annuali a conferma del fatto che rappresentano i corridori simbolo per il pubblico e per gli sponsor. Completa il podio il gallese Geraint Thomas, vincitore del Tour de France 2018, che ha rinnovato per altri tre anni con il Team Ineos con uno stipendio sui 3,5 milioni di euro. Il monopolio del team inglese è completato anche dalla presenza nella top ten di BernalKwiatkowski e l’ultimo vincitore del Giro d’Italia Carapaz. Si difendono bene i nostri Vincenzo Nibali, che è passato alla corte della Trek Segafredo nel 2020, Fabio Aru e il velocista Elia Viviani. Si tratta di cifre molto alte rispetto ai guadagni medi di un ciclista professionista che si aggirano sui 150.000/200.000 euro l’anno, mentre i neo-professionisti e molti corridori delle squadre continental sono costretti a correre al minimo salariale di 20.000 euro annui.

La top 15 dei ciclisti più pagati nel 2020

1. Peter Sagan – 5 milioni
2. Chris Froome – 4,5 milioni
3. Geraint Thomas – 3,5 milioni
4. Egan Bernal – 2,7 milioni
5. Fabio Aru – 2,6 milioni
6. Michal Kwiatkowski – 2,5 milioni
7. Julian Alaphilippe – 2,3 milioni
8. Alejandro Valverde – 2,2 milioni
9. Vincenzo Nibali – 2,1 milioni
10. Richard Carapaz – 2,1 milioni
11. Thibaut Pinot – 2 milioni
12. Primoz Roglic – 2 milioni
13. Nairo Quintana – 1,9 milioni
14. Elia Viviani – 1,9 milioni
15. Tom Dumoulin – 1,8 milioni
( fonte quotidiano L’Equipe)

  •   
  •  
  •  
  •