Giro d’Italia percorso Tappa 18: l’inedita salita del Monte Ologno

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

Giro d'Italia

Giovedì 28 maggio, media montagna.
La 18a tappa del Giro d’Italia 2015, Melide-Verbania di 172 km, inizia piatta e, con poche difficoltà altimetriche, arriva al 123° km, località Cannero Riviera. In quel punto si svolterà a destra per approcciare l’unica e inedita salita di giornata del Monte Ologno (1 categoria, 10 km duri e costanti con una pendenza media del 9% e punte al 13%). Lo scollinamento avverrà ai -32, ma i successivi 17 km presentano lunghi e insidiosi saliscendi. Ai -15 inizierà la definitiva discesa verso il traguardo di Verbania. L’arrivo favorirà, dunque, un abile discesista che, ovviamente, sia stato in grado di reggere sulle pendici del Monte Ologno.

Giro d'Italia Previsioni meteo Tappa 18 Giro d’Italia 2015 e cenni storici
Il via sarà dato alle ore 12.55. Il cielo previsto alla partenza sarà sereno con temperatura di 20°C, vento debole e probabilità pioggia pari allo 0%. Il cielo previsto all’arrivo sarà sereno con temperatura di 22°C, vento debole e probabilità pioggia pari allo 0%.
Verbania ha ospitato per due volte un arrivo del Giro. Nel 1952 vinse Fritz Schaer davanti ad Alfredo Martini e nel 1992 fu Franco Chioccioli a trionfare. In questa zona è nato uno dei più grandi ciclisti di sempre, Alfredo Binda (Cittiglio 11 agosto 1902, vincitore di cinque Giri d’Italia, tre campionati del mondo su strada, quattro Giri di Lombardia, due Milano-Sanremo e quattro Campionati nazionali su strada).

Giro d'Italia

  •   
  •  
  •  
  •