Giro d’Italia percorso Tappa 8: arrivo in salita a Campitello Matese

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

Giro d'Italia

Sabato 16 maggio, tappa di media montagna.
Il Giro d’Italia, nell’ottava tappa, si sposta verso il sud percorrendo 188 km attraverso Lazio, Abruzzo e Molise per il secondo arrivo in quota dopo quello dell’Abetone. L’inizio è molto veloce con 50 km di dislivello negativo fino a Sora quando inizierà la lunghissima salita di Forca d’Acero (26 km con pendenza media del 5%). Tanta discesa anche nei successivi 60 km che imballerà un po’ le gambe dei ciclisti. Giunti a San Massimo inizia la scalata verso il traguardo di Campitello Matese. Il chilometraggio è importante (13 km), ma le pendenze sono tutt’altro che impossibili (6-7% con un breve tratto al 9%), quindi non ci dovrebbero essere grossi distacchi. Un attacco in solitaria sembra impossibile viste le elevate andature che si terranno. Sicuramente ci sarà un arrivo a ranghi ridotti con qualcuno che cercherà lo spunto a 2-3 km dal traguardo.

Giro d'Italia

Previsioni meteo ufficiali Tappa 8 Giro d’Italia 2015 e cenni storici
Il via sarà dato alle ore 12.05. Il cielo previsto alla partenza sarà coperto con temperatura di 16°C, vento moderato e probabilità pioggia pari al 3%.
Il cielo previsto all’arrivo sarà coperto con temperatura di 10°C, vento moderato e probabilità pioggia pari allo 0%.
Per ben sei volte la Corsa Rosa è arrivata a Campitello Matese. La prima fu nel 1969 con la vittoria di Carlo Chiappano, nel vinse 1982 Bernard Hinault, nel 1988 Franco Chioccioli, nel 1994 Evgenij Berzin, in una tappa che per la prima volta vide il giovane Marco Pantani duellare con i più forti. L’ultimo passaggio è stato nel 2002 con la vittoria di Simoni davanti a Casagrande.

Giro d'Italia

  •   
  •  
  •  
  •