Giro d’Italia Tappa 19: Fantastico ARU ! – VIDEO e dichiarazioni

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

giro d'italia

Fabio Aru si esalta nel tappone alpino (236 km, 4 GPM e 4800 metri di dislivello totale) e trionfa in solitaria sul traguardo di Cervinia. La sua magnifica la sua azione sulla salita finale, iniziata ai -7,5 dal traguardo, gli vale anche la seconda posizione in classifica generale. Contador si limita a controllare Landa e Aru prende il largo, raggiunge Hesjedal ai -6 e lo stacca. Gli ultimi chilometri sono una palpitante emozione per lui e i suoi tifosi. La grinta con cui aggredisce ogni centimetro di quel lungo finale si manifesta nelle espressioni stravolte del suo volto, ma alla fine è trionfo !
Da segnalare la meravigliosa lunghissima fuga di Giovanni Visconti, interrotta solo sull’ascesa finale, che gli consente di balzare al comando della classifica di miglior scalatore.

giro d'italiaFabio Aru: “Penso che abbiate visto tutti come andavo sul Mortirolo e la fatica che ho fatto negli ultimi 40 chilometri. Oggi negli ultimi 7 chilometri ho fatto la stessa fatica anche se le gambe giravano meglio. Ho provato ad attaccare dopo che Mikel aveva fatto una progressione molto forte. L’ho seguito e dopo aver recuperato sono partito, ho ripreso Hesjedal e ho cercato di andare via da solo. Ho fatto una cronoscalata fino in cima. Mi davano un po’ i distacchi, ma ho pensato solo a dare tutto me stesso fino, realizzando di avercela fatta solo al traguardo. È facile vincere quando stai bene ed è difficile tener duro quando hai momenti di crisi. Sono uno che non ha mai avuto nulla facile e ho imparato a resistere. Quando sei in difficoltà ti passa un po’ tutto per la testa, però non mi faccio condizionare. Anzi è stata proprio quella che mi ha aiutato visto che per molti giorni ho pedalato più con la testa che con le gambe. Non sapevo più cosa pensare negli ultimi metri, gli ultimi giorni ho sofferto tanto, il Mortirolo è stato un vero calvario, ma mi ha insegnato che se non molli arrivano anche i momenti belli. La mia squadra è stata fantastica, questi ragazzi sono incredibili, anche nei momenti difficili mi sono sempre stati vicini, devo dire grazie a loro ma anche ai tecnici e allo staff. I miei compagni si sono fatti un gran mazzo durante tutto il Giro, questa vittoria è per loro. Alla Val d’Aosta sono molto legato, il Giro della Valle d’Aosta era la mia corsa preferita da dilettante, l’ho vinta due volte, conoscevo gli ultimi 100 km di oggi a memoria. Una giornata da incorniciare con tanti tifosi che ringrazio nuovamente per il loro supporto. Sono felice, grazie a tutti”.

Leggi anche:  Ciclismo, Fabio Aru firma con la Qhubeka-Assos: "Sono davvero grato per l’opportunità che mi stanno dando"

giro d'italiaGiovanni Visconti: “La gamba c’è, ma la fortuna ultimamente non è dalla mia parte. Oggi sulla mia strada ho trovato un vento fortissimo, quando avevo la montagna sulla sinistra è stata davvero dura. Sono stato bravo a mantenere il mio vantaggio, ma non ho beccato la giornata giusta visto che l’Astana ha voluto fare la tappa. Complimenti a loro che alla fine hanno vinto, io mi consolo con la maglia azzurra di miglior scalatore. Vale molto, soprattutto a un passo dalla fine del giro. Come mi sto sforzando di fare ultimamente, vedo il bicchiere mezzo pieno”.

giro d'italiaAlberto Contador: “Sono contento, è passato un altro giorno. Oggi ho curato Landa che stamane era il mio primo avversario. Il risultato di oggi per me è perfetto. Complimenti a Fabio che è stato il più forte. Cosa penso di Aru? Non è il futuro, ma già il presente, mi piace come corre e come ragiona. Per quanto mi riguarda è importante portare la maglia rosa a Milano. Vincere una tappa? Non è semplice, ma ovviamente mi piacerebbe conquistarla. Domani è una bella tappa, con nel finale una salita molto esigente, vediamo se gli altri attaccheranno o se attaccherò io…”

Leggi anche:  Fabio Aru bussa la porta dell'Astana. La risposta di Dmitry Fofonov

Ordine d’Arrivo Tappa 19
1. Fabio Aru (Ast) 6:24:13
2. Ryder Hesjedal (Tcg) +28
3. Rigoberto Uran (Eqs) +1:10
4. Tanel Kangert (Ast) +1:18
5. Steven Kruijswijk (Tlj) +1:18
6. Alberto Contador (Tcs) +1:18
7. Mikel Landa Meana (Ast) +1:18
8. Leopold Konig (Sky) +1:21
9. Mikel Nieve Ituralde (Sky) +1:24
10. Alexandre Geniez (Fdj) +2:24
Classifica Generale Giro d’Italia 2015
1. Alberto Contador (Tcs) 78:48:40
2. Fabio Aru (Ast) +4:37
3. Mikel Landa Meana (Ast) +5:15
4. Andrey Amador (Mov) +8:10
5. Leopold Konig (Sky) +10:47
6. Yury Trofimov (Kat) +11:11
7. Ryder Hesjedal (Tcg) +12:05
8. Damiano Caruso (Bmc) +12:14
9. Steven Kruijswijk (Tlj) +12:53
10. Alexandre Geniez (Fdj) +15:07
Classifica Maglia Rossa Giro d’Italia 2015
1. Giacomo Nizzolo (Tfr) 159
2. Sasha Modolo (Lam) 142
3. Elia Viviani (Sky) 134
Classifica Maglia Azzurra Giro d’Italia 2015
1. Giovanni Visconti (Mov) 125
2. Steven Kruijswijk (Tlj) 109
2. Beñat Intxausti (Mov) 107
Classifica Maglia Bianca Giro d’Italia 2015
1. Fabio Aru (Ast) 78h53’171”
2. Davide Formolo (Tcg) +1h31’44”
3. Fabio Felline (Tfr) +1h46’39”

Leggi anche:  Ciclismo, Fabio Aru firma con la Qhubeka-Assos: "Sono davvero grato per l’opportunità che mi stanno dando"

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: