Risultati e classifica ottava tappa giro d’Italia: vince Brambilla nuova maglia rosa, riscatto di Nibali

Pubblicato il autore: Matteo Monaco Segui

Gianluca BRAMBILLA ( ITA / Etixx - Quick Step ) attackiert am vorletzten Anstieg und gewinnt den Tagesabschnitt bei der Mallorca Challenge - Aktion - Rennszene - Querformat - quer - horizontal - Event/Veranstaltung: Ciclista Challenge Mallorca - Trofeo Pollenca Andratx 153.0 km - Location / Ort: Mallorca - Illes Baleares - Balearic Islands - Spain - Spanien - Europe - Europa - Date / Datum: 29.01.2016

Si è conclusa con la vittoria di Gianluca Brambilla l’ottava tappa del Giro d’Italia, bene Nibali che guadagna minuti importanti su Tom Dumoulin.

Come sempre il ritmo è stato molto forte sin dalle prime ore della corsa. Dopo alcuni tentativi andati a vuoto, il quindicesimo chilometro porta alla fuga di giornata, una fuga composta da quindici unità, corridori di grandissima qualità: Blel Kadri e Matteo Montaguti (Ag2r La Mondiale), Alessandro De Marchi (BMC), Moreno Moser (Cannondale), Jaco Venter (Dimension Data), Gianluca Brambilla e Matteo Trentin(Etixx-QuickStep), Sean De Bie (Lotto Soudal), José Joaquin Rojas e Jasha Sutterlin (Movistar), Giacomo Berlato (Nippo Fantini), Niklas Arndt (Giant-Alpecin) e Alexey Tcatevitch (Katusha). L’azione degli attaccanti ha avuto un effetto collaterale: la frattura del gruppo principale in più tronconi. Nel primo un Vincenzo Nibali molto attento, segno che la défaillance nella tappa di due giorni fa è stata facilmente superata, mentre è rimasta attardata la maglia Rosa Tom Dumoulin. Il ricompattamento nel gruppo è avvenuto dopo poche decine di chilometri facendo guadagnare margine alla fuga, sempre abbastanza controllata, dato che Brambilla, uomo da tenere d’occhio anche in ottica di classifica generale, aveva alla partenza un ritardo di poco inferiore ai due minuti. La Giant di Dumoulin ha provato a controllare la corsa che è andata avanti senza scossoni fino alla salita clou della tappa, quando Alejandro Valverde, uno dei favoriti alla vittoria finale ha provato un’accelerazione suscitando la pronta reazione dell’Astana di Nibali. L’azione di Valverde ha avuto un effetto importante: mettere in difficoltà uno dei favoriti alla vittoria finale Mikel Landa e soprattutto la maglia rosa, apparso in grossa difficoltà sullo sterrato. Resosi conto delle difficoltà di due tra i principali protagonisti della corsa rosa, Valverde ha continuato l’azione, portandosi dietro nomi importanti, come Vincenzo Nibali,  Chaves, Zakarin, Kruijswijk e Majka. Intanto nel gruppo di testa l’azzurro Brambilla della Etixx, grazie al prezioso contributo nella fase iniziale di Matteo Trentin è riuscito a staccare i compagni di fuga, provando l’impresa sulle strade bianche. Il forcing di Valverde fa la selezione, ma il contributo più importante all’azione lo da Vincenzo Nibali che, conscio delle difficoltà di due rivali importanti come Dumoulin e Landa, decide di mettersi in testa per provare a forzare l’azione senza trovare la collaborazione dei compagni di avventura: Dumoulin si trova a dover recuperare un distacco di circa 15 secondi, salendo regolare, come al solito, con il proprio passo. A venti chilometri dalla conclusione Dumoulin non riesce a tenere il ritmo di Landa, anch’egli in difficoltà, con un distacco che tocca i trenta secondi. Davanti Brambilla continua con un’ottima azione perdendo pochissimo dal gruppo Nibail/Valverde scollinando con un vantaggio di poco superiore ai due minuti.

Leggi anche:  Tokyo 2020, Cassani aspetta il Tour de France per annunciare i convocati. Ultima chiamata per Nibali

Dopo lo scollinamento, ai meno dieci dal traguardo Brambilla rilancia l’azione andando con sicurezza verso il traguardo mentre nel gruppo Nibali, Valverde rilancia l’azione senza sorprendere il campione siciliano, con Landa che intanto riesce a rientrare nel gruppo mentre la maglia rosa viaggia con circa un minuto di ritardo, in grossa difficoltà.

Nel finale galoppata vincente di Brambilla che va a conquistare la prima vittoria e la maglia rosa nella corsa rosa davanti a Montaguti e Moreno Moser. Alejandro Valverde regola il gruppo dei big che guadagnano un minuto e dieci secondi sulla maglia rosa.

Classifica di tappa:
1 Gianluca Brambilla
2 Matteo Montaguti a 1’06”
3 Moreno Moser a 1’27”
4  Jacobus Venter a 1’28”
5 Alessandro De Marchi a 1’33”
6 Alejandro Valverde a 1’41”

Classifica maglia rosa

1 Gianluca Brambilla
2 Ilnur Zakarin a 23″
3 Steven Kruijswijk a 33″
4 Alejandro Valverde a 36″
5 Vincenzo Nibali a 45″
6 Esteban Chavez a 48″
7 Rigoberto Uran a 49″
8 Rafal Majka a 54″
9 Domenico Pozzovivo a 54″
10 Mikel Landa a 1’03”

  •   
  •  
  •  
  •