Ciclismo, Giro d’Italia: Cipollini e l’avvertimento a Nibali e Aru

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Cipollini

Alla presentazione del Giro d’Italia che si è svolta ieri a Milano, era presente anche l’ex campione di ciclismo Mario Cipollini. Venuto alla ribalta per la sua dichiarazione al veleno su Nibali che avrebbe dovuto offrire dei soldi per diventare un campione olimpico, ha espresso la sua opinione anche per quel che riguarda il percorso della centesima edizione del Giro d’Italia.
Questo è un Giro d’Italia “prova”, nel senso che stanno cercando di recuperare un distacco dal Tour de France. Con l’intensità che questo Giro provocherà a livello mediatico sull’opinione ciclistica mondiale, credo che abbiano voluto dare una prova di una corsa importantissima che pretende tanto dai propri atleti.”, queste le dichiarazioni rilasciate da Cipollini in un’intervista a Sportal.it. Mario Cipollini ha poi aggiunto: “Avere la condizione al quarto giorno e avere la condizione al 19esimo non è facile, per cui l’atleta che vorrà vincere il Giro d’Italia avrà bisogno di creare la sua stagione focalizzata solo sul Giro d’Italia”.
Intanto su Nibali e Aru si è così espresso: “State attenti alla quarta tappa, l’Etna. Non c’è tempo di aspettare che la condizione arrivi pian piano correndo. Al primo vero arrivo in salita non si capisce chi vincerà il Giro, ma di sicuro si capirà chi non lo vincerà. Attenzione anche perché arriva dopo il giorno di riposo”.
  •   
  •  
  •  
  •