Giro d’Italia, Fabio Aru aiutato da Scarponi, che ricorda Nibali

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu

Giro d'Italia

Al Giro d’Italia manca ancora qualche mese, ma i ciclisti iniziano ad esprimere i primi pensieri al riguardo. Dopo le decisioni di Vincenzo Nibali e Fabio Aru, di partecipare al giro, ha comunicato la decisione di partecipare alla centesima edizione del Giro d’Italia anche Michele Scarponi. Il corridore all’età di 37 anni ha spiegato il motivo della sua scelta alla Gazzetta dello Sport: “Sarò in appoggio di Fabio sicuramente al Giro e con l’obiettivo di vincere. Il resto della stagione lo vedremo”. Dunque Michele Scarponi farà da gregario al giro per Aru, ma dopo la sua esperienza con Vincenzo Nibali all’Astana, ha affermato: “Senza Nibali cambia che uno dei più forti non c’è più. Anzi, ora sarà l’avversario da battere e questo, conoscendo il valore di Vincenzo, non sarà assolutamente facile. Però l’Astana resta una squadra molto forte con tutte le carte in regola per ambire ai massimi risultati. Soprattutto si confermerà una squadra tagliata per le grandi gare a tappe.
Infine un incoraggiamento al compagno di squadra Aru: “è pronto. L’anno scorso è stata un’annata difficile, ci sta. Ha debuttato al Tour e in un Tour difficilissimo. L’ultima tappa ha avuto una crisi, ma fino ad allora era sesto in classifica. Io non lo considero un Tour da buttare. Fabio è già nella storia delle grandi corse a tappe. In più è cresciuto ancora ed è giovane: è pronto e consapevole della sua forza”.

 

  •   
  •  
  •  
  •