Tour de France 19esima tappa: show di Bardet. Cade Froome, crolla Mollema, bene Aru

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

TOUR DE FRANCE 19ESIMA TAPPATour de France 19esima tappa: acqua e spettacolo sulle strade alpine. Con un bel numero dell’idolo di casa Romain Bardet e due capitomboli d’eccezione: quelli di Chris Froome e Bauke Mollema, rispettivamente primo e secondo della graduatoria generale stamane. La scivolata in discesa non costa troppo alla maglia gialla, che pur in sella alla bici del compagno Geraint Thomas riesce praticamente a salvare interamente capra e cavoli. Costa invece salatissimo il “patapumfete” all’olandese della Trek: con 4’24” secondi dal vincitore, il capitano della formazione diretta da Luca Guercilena perde (ormai quasi definitivamente) il podio. Giornata di continui capovolgimenti di fronte quella odierna: parte una folta fuga anche oggi (presenti la maglia a pois Majka, l’instancabile colombiano Pantano e l’ex iridato Rui Costa), ma gli uomini dell’Astana tirano come forsennati e il vantaggio sulle asperità del confine franco-svizzero non super mai i 3′. Nella discesa prima dell’ascesa finale, scivola Froome, finisce a terra anche Nibali e (non inquadrato dalle telecamere) va giù anche Mollema. Mentre proprio Rui Costa imbocca la salita in testa, tra i big si muove il sin qui sonnolento Bardet, bravo a sfruttare la presenza di un paio di compagni di squadra. Froome, come detto, riesce a tornare in gruppo con la bici di Thomas, scortato da un altro paio di uomini in maglia Sky. Fa da scorta di Fabio Aru l’indomito Diego Rosa, mentre per Richie Porte c’è un infaticabile Damiano Caruso. Va  quasi fuori giri Adam Yates, terzo della generale, ma non molla. Bardet riagguanta Rui Costa, prosegue con lui per un paio di km e poi si invola verso la gloria e soprattutto acciuffa la seconda piazza della generale. Froome è acciaccato ma tiene, nonostante le fiammate prima di Daniel Martin poi di un mai domo Fabio Aru: il sardo resta a un minuto e mezzo dal podio, e sognare in vista di domani non costa nulla.

Leggi anche:  Fabio Aru, anche la Bardiani apre le porte al corridore

Domani a Morzine si mette la cera lacca sul Tour 2016: Froome, pur con qualche escoriazione, non pare attaccabile. Quintana ha un grande Valverde a fianco, ma al colombiano manca il cambio di ritmo. Porte paga qualche secondo a Saint Gervais Mont Blanc, ma resta temibile. Aru tenterà il tutto per tutto: quarto o ottavo alla fine per lui non cambia granché. Vuole il podio.

ORDINE D’ARRIVO 19ESIMA TAPPA

1. Bardet
2. Rodriguez a 23″
3. Valverde
4. Meintjes
5. Quintana a 26″
6. Aru a 28″
7. D. Martin
8. Poels a 36″
9. Froome
10. Porte a 53″

CLASSIFICA GENERALE DOPO LA 19ESIMA TAPPA

1. Froome
2. Bardet a 4’11”
3. Quintana a 4’27”
4. Yates a 4’36”
5. Porte a 5’17”
6. Aru a 6’00”
7. Valverde a 6’20”
8. Meintjes a 7’02”
9. D. Martin a 7’10”
10. Mollema a 7’42”
  •   
  •  
  •  
  •